giovedì 19 gennaio | 23:10
pubblicato il 02/gen/2014 11:52

Fiat: a Mirafiori si attende via a lavori nuove linee prossime settimane

(ASCA) - Torino, 2 gen 2014 - Nelle prossime settimane potrebbe arrivare l'annuncio a Mirafiori del via ai lavori per le nuove linee per consentire la produzione, a partire dal 2015, del nuovo suv Maserati Levante (e che dovrebbe essere accompagnato da un'altra vettura di cui non sono pero' stati indicati i tempi). E' quanto si augurano i sindacati, ma nel complesso tutta la citta' di Torino, dopo la conclusione nelle scorse ore della trattativa Fiat-Chrysler che ha portato il Lingotto ad acquisire la totalita' del controllo dell'azienda americana senza 'svenarsi', ma versando soltanto 1,7 miliardi di dollari cash, dei 4,3 previsti dall'operazione, e confermando che non c'e' necessita' di chiedere soldi al mercato attraverso un aumento di capitale. A Mirafiori i cancelli oggi sono chiusi, si continua a lavorare soltanto due-tre giorni al mese sulla linea della Mito mentre e' in vigore la cassa integrazione per riorganizzazione, per tutti i cinquemila addetti, fino a settembre. Gli altri reparti, meccaniche e presse riapriranno dopo la Befana. E l'immagine di una Mirafiori ferma, sospesa attorno a un futuro incerto, e' quella che piu' preoccupa e che si vuole archiviare in fretta. E' fiducioso Claudio Chiarle, segretario cittadino della Fim-Cis, anche perche' intanto lo stabilimento Maserati di Grugliasco, che e' un po' la fabbrica simbolo della svolta e del rilancio Fiat sui mercati mondiali, riapre oggi. Chiarle vede soprattutto nella rinnovata centralita' degli stabilimenti italiani per il rilancio dell'Alfa Romeo, una delle carte per la svolta dello stabilimento torinese: ''L'effetto Maserati sta funzionando per Torino, ma anche per gli altri stabilimenti, trainando anche le vendite dell'impianto di Modena. Ci sono incrementi anche per la Alfa 4c e ora Torino, che si candida ad essere polo dell'alta gamma per vendere in tutto il mondo, avra' un ulteriore vantaggio sul mercato americano, potendo contare sulla rete commerciale Chrysler''. ''E' un accordo che beneficiera' tutti gli stabiimenti italiani - commetna aurizio Peverati segretario Uil di Torino e Piemonte - A Mirafiori l'avvio degli investimenti portera' beneficio non solo al gruppo, ma a tutto l'indotto che ha sofferto nel 2013 in modo profondo con una continua moria di aziende''. ''Marchionne fino ad oggi ha mantenuto le pronesse - dice Vincenzo Aragona della Fismic - e sono sicuro che per Mirafiori manterra' quanto ha detto, e credo che nelle prossime settimane i laoratori e le loro famiglie potranno tirare un sospiro di sollievo''. Cauto il commetno di Federico Bellono, segretario cittadino della Fiom che sottolinea come comunque Mirafiori sara' destinata per tutto il 2014 a rimanere ferma. ''le incertezze della trattativa americana sono comunque state chiarite - osserva Bellono - e non ci sono piu' ragioni per mantenere la vaghezza da noi criticata in questi mesi, ad oggi determinazioni ufficiali su Mirafiori non ce ne sono, c'e' solo un ragionamento generale sul polo del lusso che consideriamo insufficiente sia sul piano industriale che su quello occupazionale''.

''L'azienda metta in chiaro i suoi progetti quanto prima - afferma Bellono - e la stessa richiesta dovrebbe arrivare dal governo''. E appare inevitabile che le novita' di queste ore, si rifleteranno sugli incontri per il rinnovo del contratto previsti a partire dalla prossima settimana. Il 9gennaio ci sara' il confronto tra azienda e Fiom a cui partecipera', il segretario generale Maurizio Landini. Lunedi' 13 e martedi' 14 gennaio tocchera'ai sindacati firmatari. ''Il quadro chiaro dei costi dell'intesa - osserva Chiarle - potra' certo aiutare la trattativa''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Terremoti
Terremoto, Juncker: Ue pronta a mobilitare tutti i suoi strumenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale