domenica 22 gennaio | 17:47
pubblicato il 13/feb/2015 20:13

Fiaip: parte campagna contro abusi nella mediazione creditizia

Presentata alla terza convention nazionale di Auxilia Finance

Fiaip: parte campagna contro abusi nella mediazione creditizia

Roma, 13 feb. (askanews) - Fiaip, la federazione degli agenti immobiliari, lancia la campagna di comunicazione per il contrasto dell'abusivismo nella mediazione creditizia. L'occasione è quella della terza convention nazionale di Auxilia Finance, la società di mediazione creditizia voluta da Fiaip.

L'obiettivo della campagna, che è sviluppata nell'ambito del protocollo d'intesa siglato con l'Abi e diverse associazioni del settore del credito, ha l'obiettivo di far conoscere la figura professionale del mediatore creditizio. Vuole poi promuovere la conoscenza dei servizi e dei prodotti offerti dai consulenti per garantire un accesso sicuro al credito e ai finanziamenti, al fine di non incorrere in truffe.

Il claim dell'iniziativa, "E tu di chi ti fidi?", ha un target trasversale di cittadini e consumatori, che vogliono comparare o ristrutturare casa. Ma si rivolge anche alle piccole e medie imprese che intendono chiedere un finanziamento per la loro attività.

L'iniziativa, che sarà estesa nei prossimi mesi anche ai consumatori, è illustrata da Samuele Lupidii, amministratore delegato di Auxilia Finance. "C'è questa esigenza di informare il consumatore, di informare gli agenti immobiliari e gli intermediari del credito - dice Lupidii - che esiste un solo modo di fare attività secondo la legge per l'intermediazione del credito, come stabilisce il decreto 141. Purtroppo c'è un mondo che ha tutto un sommerso, fatto di persone che pensano di poter agire, e agiscono, al di fuori della legalità".

C'è però anche un altro aspetto, che riguarda l'ingresso delle banche nel settore dell'intermediazione immobiliare, spiegato dal presidente della Fiaip, Paolo Righi. "Sicuramente rappresenta - afferma - per gli agenti immobiliari e per il mercato in generale una grande sconfitta. E' la dimostrazione che, forse, le banche non sono riuscite a gestire bene il loro core business e hanno necessità di fare altre attività".

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4