martedì 06 dicembre | 06:57
pubblicato il 30/ago/2014 14:10

Ferrovie: Elia, fiducioso di poter sbloccare cantieri Napoli-Bari

(ASCA) - Venezia, 30 ago 2014 - E' fiducioso Michele Mario Elia, ad delle Ferrovie dello Stato, per quanto riguarda l'incarico commissariale ricevuto dal premier Renzi e in particolare di poter sbloccare i cantieri della Napoli-Bari e della Messina-Catania entro il mese di novembre 2015. ''Difficolta' ce ne sono tante e si lavorera' per rispettare costi, ambiente e per fare con i territori il giusto dialogo per realizzare l'opera, perche' non rappresenta il risultato per noi, ma uno strumento su cui costruire servizi, collegamenti, insomma miglioramenti per il territorio'' spiega. Con lo Sblocca Italia Elia e' stato nominato commissario straordinario per l'alta velocita' Napoli-Bari e per la ferrovia Messina-Catania, con l'intento di anticipare i tempi di realizzazione. Oggi l'amministratore delegato di Ferrovie Italiane ne ha parlato con i giornalisti a Venezia.

''Il Gruppo FS continua a ricevere attestazioni di qualita', di trasparenza e di efficacia. L'esperienza dell'Expo, dove siamo stati chiamati al coordinamento della direzione lavori insieme ad Italfer, ne e' un esempio - afferma -. Quella della mia nomina come commissario e' un'altra prova di fiducia verso il gruppo Fs. Il commissario, pero', deve anche avere strutture operative, amministrative, giuridiche, tecniche e contabili che gli consentano di operare. Quindi non e' una figura posta li' ed avulsa dalla realta' operativa e realizzativa. Quindi aver affidato questo incarico a Fs, che e' un po' piu' distaccato da RFI che e' il committente vero e da Italfer che e' il realizzatore, gia' questo da visibilita' di maggiore trasparenza del sistema, ma il commissario ha anche le strutture operative che gli consentiranno di portare avanti i progetti nel modo migliore''. Elia fa notare che oggi i tempi tra l'approvazione di un progetto preliminare e il momento in cui gli operai sono sul posto, vanno dai 3 ai 4 anni.

''Contestualmente - aggiunge - per poter approvare un progetto preliminare oggi ci chiedono di avere la disponibilita' finanziaria dell'intera opera, quindi si tratta di un qualcosa un po' complicato e problematico''.

Comunque, conclude, ''faremo un piano, dandoci per scadenza novembre 2015. Torneremo indietro per verificare tutte le operazioni da fare, chi le deve fare e con una struttura ad hoc costituita all'interno del gruppo''. fdm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari