mercoledì 25 gennaio | 02:33
pubblicato il 30/ago/2014 14:10

Ferrovie: Elia, fiducioso di poter sbloccare cantieri Napoli-Bari

(ASCA) - Venezia, 30 ago 2014 - E' fiducioso Michele Mario Elia, ad delle Ferrovie dello Stato, per quanto riguarda l'incarico commissariale ricevuto dal premier Renzi e in particolare di poter sbloccare i cantieri della Napoli-Bari e della Messina-Catania entro il mese di novembre 2015. ''Difficolta' ce ne sono tante e si lavorera' per rispettare costi, ambiente e per fare con i territori il giusto dialogo per realizzare l'opera, perche' non rappresenta il risultato per noi, ma uno strumento su cui costruire servizi, collegamenti, insomma miglioramenti per il territorio'' spiega. Con lo Sblocca Italia Elia e' stato nominato commissario straordinario per l'alta velocita' Napoli-Bari e per la ferrovia Messina-Catania, con l'intento di anticipare i tempi di realizzazione. Oggi l'amministratore delegato di Ferrovie Italiane ne ha parlato con i giornalisti a Venezia.

''Il Gruppo FS continua a ricevere attestazioni di qualita', di trasparenza e di efficacia. L'esperienza dell'Expo, dove siamo stati chiamati al coordinamento della direzione lavori insieme ad Italfer, ne e' un esempio - afferma -. Quella della mia nomina come commissario e' un'altra prova di fiducia verso il gruppo Fs. Il commissario, pero', deve anche avere strutture operative, amministrative, giuridiche, tecniche e contabili che gli consentano di operare. Quindi non e' una figura posta li' ed avulsa dalla realta' operativa e realizzativa. Quindi aver affidato questo incarico a Fs, che e' un po' piu' distaccato da RFI che e' il committente vero e da Italfer che e' il realizzatore, gia' questo da visibilita' di maggiore trasparenza del sistema, ma il commissario ha anche le strutture operative che gli consentiranno di portare avanti i progetti nel modo migliore''. Elia fa notare che oggi i tempi tra l'approvazione di un progetto preliminare e il momento in cui gli operai sono sul posto, vanno dai 3 ai 4 anni.

''Contestualmente - aggiunge - per poter approvare un progetto preliminare oggi ci chiedono di avere la disponibilita' finanziaria dell'intera opera, quindi si tratta di un qualcosa un po' complicato e problematico''.

Comunque, conclude, ''faremo un piano, dandoci per scadenza novembre 2015. Torneremo indietro per verificare tutte le operazioni da fare, chi le deve fare e con una struttura ad hoc costituita all'interno del gruppo''. fdm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Generali
Generali, il mercato scommette sulla scalata di Intesa Sanpaolo
Usa
Trump vede produttori auto, anche Marchionne, e promette "spinta"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4