domenica 19 febbraio | 13:00
pubblicato il 26/feb/2014 17:11

Ferrovie: Camanzi, potenziare Authority per tutela diritti passeggeri

(ASCA) - Roma, 26 feb 2014 - La tutela dei diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario puo' essere garantita potenziando l'organico dell'Autorita' di regolazione dei trasporti. Lo ha affermato il presidente dell'Authority, Andrea Camanzi, in audizione presso la commissione Lavori pubblici del Senato sullo schema di decreto legislativo per la disciplina delle sanzioni per la violazione dei diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

''Per garantire la effettiva tutela dei diritti dei passeggeri - afferma Camanzi -, occorre che l'organismo nazionale competente sia posto in condizione di svolgere i compiti ad esso attribuiti in modo efficace. E' necessario a questo fino che le condizioni di partenza siano anche sul piano istituzionale tali da scongiurare il rischio dell'avvio di ulteriori procedure di infrazione per mancata risposta ai reclami dei passeggeri''.

Se si vuole mantenere lo schema del decreto legislativo che affida all'Autorita' dei trasporti la competenza sulle sanzioni, avverte poi Camanzi, ''occorrerebbe potenziare adeguatamente le risorse umane ad essa assegnate. Oggi tali risorse sarebbero insufficienti a garantire una effettiva tutela''.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: sistema sostenibile, altri vorrebbero copiarlo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia