giovedì 23 febbraio | 01:56
pubblicato il 17/set/2014 16:38

Ferrovie: Camanzi, patrimonio pubblico no a vantaggi solo per alcuni

(ASCA) - Torino, 17 set 2014 - ''E' un tema che abbiamo ben presente, faremo una valutazione entro ottobre ma non adotteremo misure esplicite in merito''. Cosi' il presidente della Autorita' di regolazione dei trasporti Andrea Camanzi sulla separazione della rete ferroviaria-Rfi dalle Ferrovie in vista del prossimo provvedimento di regolazione del mercato ferroviario che Camanzi ha confermato sara' varato entro ottobre. ''La rete ferroviaria - ha aggiunto Camanzi in una conferenza stampa che ha tracciato il bilancio di un anno di attivita' dell'Authority - e' stata costruita con le tasse degli italiani. E' evidente che l'uso che se ne fara' dovra' valorizzare l'investimento fatto. E' un bene pubblico e non e' possibile che alcuni operatori la usino con vantaggi rispetto ad altri''.

eg-prs/rec

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech