domenica 11 dicembre | 00:18
pubblicato il 17/set/2014 16:38

Ferrovie: Camanzi, patrimonio pubblico no a vantaggi solo per alcuni

(ASCA) - Torino, 17 set 2014 - ''E' un tema che abbiamo ben presente, faremo una valutazione entro ottobre ma non adotteremo misure esplicite in merito''. Cosi' il presidente della Autorita' di regolazione dei trasporti Andrea Camanzi sulla separazione della rete ferroviaria-Rfi dalle Ferrovie in vista del prossimo provvedimento di regolazione del mercato ferroviario che Camanzi ha confermato sara' varato entro ottobre. ''La rete ferroviaria - ha aggiunto Camanzi in una conferenza stampa che ha tracciato il bilancio di un anno di attivita' dell'Authority - e' stata costruita con le tasse degli italiani. E' evidente che l'uso che se ne fara' dovra' valorizzare l'investimento fatto. E' un bene pubblico e non e' possibile che alcuni operatori la usino con vantaggi rispetto ad altri''.

eg-prs/rec

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina