martedì 24 gennaio | 12:27
pubblicato il 17/mar/2014 16:37

Federchimica: Cesare Puccioni confermato Presidente

(ASCA) - Roma, 17 mar 2014 - Gli industriali chimici hanno confermato Cesare Puccioni, attuale Presidente di Federchimica, anche per il triennio 2014-2017. Il nome di Puccioni - si legge in una nota - ha raccolto l'unanimita' dei consensi nella votazione a scrutinio segreto della Giunta, riunitasi oggi, e sara' proposto per l'elezione all'Assemblea della Federazione, il prossimo 23 giugno.

Sotto la guida di Puccioni, Federchimica, Federazione nazionale dell'industria chimica, articolata in 17 Associazioni di settore e 41 gruppi merceologici, ha registrato un incremento del numero delle imprese associate, che oggi sono circa 1370 per quasi 90.000 addetti.

Le imprese chimiche, nonostante la grave crisi che le ha pesantemente condizionate, si dimostrano ancora vitali. Negli ultimi tre anni, pur soffrendo la precarieta' dei settori utilizzatori, il comparto ha mostrato maggiore solidita' finanziaria: le sofferenze bancarie colpiscono solo il 5% delle imprese contro una media del 15% del manifatturiero in Italia. Le esportazioni crescono piu' della media, in particolare quelle della chimica fine e delle specialita', cuore dell'industria chimica italiana (+19% nel triennio). Il difficile contesto non ha determinato flessioni nelle performance di sostenibilita' delle imprese di Federchimica, che mantengono livelli di eccellenza: il settore ha migliorato la propria efficienza energetica del 45% e ridotto i consumi di energia quasi del 37% dal 1990 ad oggi. Grazie all'ottimizzazione dei processi produttivi e al miglioramento delle tecnologie utilizzate, le industrie chimiche in Italia hanno ridotto le emissioni in aria del 95% e in acqua del 65% negli ultimi 20 anni.

Inoltre, secondo i dati INAIL, la chimica e' il settore manifatturiero piu' sicuro, insieme all'industria petrolifera (10,6 infortuni per un milione di ore lavorate), e detiene il primato assoluto nel conteggio delle malattie professionali: solo 0,22 su un milione di ore, cioe', una malattia professionale ogni quattro milioni e mezzo di ore di lavoro.

Puccioni, nato a Siena nel 1944, e' Cavaliere del Lavoro e Vice Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, nonche' Presidente del Gruppo toscano. E' Componente la Giunta di Confindustria, di cui partecipa al Consiglio Direttivo, e componente il Comitato ristretto del Progetto Speciale Expo 2015 di Confindustria.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4