venerdì 24 febbraio | 02:25
pubblicato il 17/mar/2014 16:37

Federchimica: Cesare Puccioni confermato Presidente

(ASCA) - Roma, 17 mar 2014 - Gli industriali chimici hanno confermato Cesare Puccioni, attuale Presidente di Federchimica, anche per il triennio 2014-2017. Il nome di Puccioni - si legge in una nota - ha raccolto l'unanimita' dei consensi nella votazione a scrutinio segreto della Giunta, riunitasi oggi, e sara' proposto per l'elezione all'Assemblea della Federazione, il prossimo 23 giugno.

Sotto la guida di Puccioni, Federchimica, Federazione nazionale dell'industria chimica, articolata in 17 Associazioni di settore e 41 gruppi merceologici, ha registrato un incremento del numero delle imprese associate, che oggi sono circa 1370 per quasi 90.000 addetti.

Le imprese chimiche, nonostante la grave crisi che le ha pesantemente condizionate, si dimostrano ancora vitali. Negli ultimi tre anni, pur soffrendo la precarieta' dei settori utilizzatori, il comparto ha mostrato maggiore solidita' finanziaria: le sofferenze bancarie colpiscono solo il 5% delle imprese contro una media del 15% del manifatturiero in Italia. Le esportazioni crescono piu' della media, in particolare quelle della chimica fine e delle specialita', cuore dell'industria chimica italiana (+19% nel triennio). Il difficile contesto non ha determinato flessioni nelle performance di sostenibilita' delle imprese di Federchimica, che mantengono livelli di eccellenza: il settore ha migliorato la propria efficienza energetica del 45% e ridotto i consumi di energia quasi del 37% dal 1990 ad oggi. Grazie all'ottimizzazione dei processi produttivi e al miglioramento delle tecnologie utilizzate, le industrie chimiche in Italia hanno ridotto le emissioni in aria del 95% e in acqua del 65% negli ultimi 20 anni.

Inoltre, secondo i dati INAIL, la chimica e' il settore manifatturiero piu' sicuro, insieme all'industria petrolifera (10,6 infortuni per un milione di ore lavorate), e detiene il primato assoluto nel conteggio delle malattie professionali: solo 0,22 su un milione di ore, cioe', una malattia professionale ogni quattro milioni e mezzo di ore di lavoro.

Puccioni, nato a Siena nel 1944, e' Cavaliere del Lavoro e Vice Presidente della Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, nonche' Presidente del Gruppo toscano. E' Componente la Giunta di Confindustria, di cui partecipa al Consiglio Direttivo, e componente il Comitato ristretto del Progetto Speciale Expo 2015 di Confindustria.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech