sabato 25 febbraio | 08:29
pubblicato il 24/ott/2013 18:06

Federchimica: bene decisioni Camera per iniziative politica industriale

(ASCA) - Roma, 24 ott - Con una nota Federchimica '' accoglie con favore la decisione della Camera dei Deputati, che ha approvato, in modo bipartisan, le mozioni che impegnano il Governo a intraprendere iniziative di politica industriale riguardanti i poli chimici e altri delicati aspetti connessi allo sviluppo dell'industria chimica.

L'approvazione della Camera e le raccomandazioni espresse al Governo indicano sensibilita' e attenzione nei confronti della chimica come uno dei settori su cui puntare per il rilancio dell'industria in Italia, per il suo contenuto tecnologico, con una leadership a livello europeo nella chimica sostenibile, in grado di produrre e trasferire innovazione anche ai settori utilizzatori. Federchimica auspica che gli impegni assunti si traducano al piu' presto in provvedimenti e azioni concrete che possano avere un diretto impatto positivo per le imprese, il settore, il Paese.

In relazione a quanto richiesto a Eni, si precisa che essa, con Versalis, non si limita ad agevolare l'acquisto delle proprie aree dismesse e bonificate ai potenziali acquirenti, come e' avvenuto nel comprensorio petrolchimico di Priolo, ma e' un attore fondamentale nel programma di sviluppo e rilancio della Chimica Italiana con un piano di investimenti imponente che interessa gran parte degli stabilimenti italiani.

Sono infatti previsti per il prossimo quadriennio investimenti per ca. 2 miliardi di euro, di cui la maggior parte in Italia (1,5 miliardi di euro circa). Tutto cio', nonostante un contesto di mercato particolarmente difficile, e' finalizzato ad un processo di trasformazione mirato ad obiettivi di recupero di redditivita' e di sviluppo nel medio-lungo termine, basato su precise linee strategiche: la riconversione dei siti italiani critici (ad es. Porto Torres, Priolo) che, insieme con azioni di ottimizzazione e flessibilita' delle produzioni, e' finalizzata al conseguimento di una posizione competitiva piu' adeguata ed sostenibile; il potenziamento selettivo della piattaforma tecnologica e ampliamento della gamma dei prodotti piu' specialistici; lo sviluppo di una filiera produttiva a ridotto impatto ambientale, basata su materie prime rinnovabili in particolare nei siti da riconvertire; l'internazionalizzazione e riposizionamento del business, per presidiare clienti sempre piu' globali e mercati a piu' alta crescita attraverso alleanze strategiche''.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech