mercoledì 18 gennaio | 07:49
pubblicato il 24/ott/2013 18:06

Federchimica: bene decisioni Camera per iniziative politica industriale

(ASCA) - Roma, 24 ott - Con una nota Federchimica '' accoglie con favore la decisione della Camera dei Deputati, che ha approvato, in modo bipartisan, le mozioni che impegnano il Governo a intraprendere iniziative di politica industriale riguardanti i poli chimici e altri delicati aspetti connessi allo sviluppo dell'industria chimica.

L'approvazione della Camera e le raccomandazioni espresse al Governo indicano sensibilita' e attenzione nei confronti della chimica come uno dei settori su cui puntare per il rilancio dell'industria in Italia, per il suo contenuto tecnologico, con una leadership a livello europeo nella chimica sostenibile, in grado di produrre e trasferire innovazione anche ai settori utilizzatori. Federchimica auspica che gli impegni assunti si traducano al piu' presto in provvedimenti e azioni concrete che possano avere un diretto impatto positivo per le imprese, il settore, il Paese.

In relazione a quanto richiesto a Eni, si precisa che essa, con Versalis, non si limita ad agevolare l'acquisto delle proprie aree dismesse e bonificate ai potenziali acquirenti, come e' avvenuto nel comprensorio petrolchimico di Priolo, ma e' un attore fondamentale nel programma di sviluppo e rilancio della Chimica Italiana con un piano di investimenti imponente che interessa gran parte degli stabilimenti italiani.

Sono infatti previsti per il prossimo quadriennio investimenti per ca. 2 miliardi di euro, di cui la maggior parte in Italia (1,5 miliardi di euro circa). Tutto cio', nonostante un contesto di mercato particolarmente difficile, e' finalizzato ad un processo di trasformazione mirato ad obiettivi di recupero di redditivita' e di sviluppo nel medio-lungo termine, basato su precise linee strategiche: la riconversione dei siti italiani critici (ad es. Porto Torres, Priolo) che, insieme con azioni di ottimizzazione e flessibilita' delle produzioni, e' finalizzata al conseguimento di una posizione competitiva piu' adeguata ed sostenibile; il potenziamento selettivo della piattaforma tecnologica e ampliamento della gamma dei prodotti piu' specialistici; lo sviluppo di una filiera produttiva a ridotto impatto ambientale, basata su materie prime rinnovabili in particolare nei siti da riconvertire; l'internazionalizzazione e riposizionamento del business, per presidiare clienti sempre piu' globali e mercati a piu' alta crescita attraverso alleanze strategiche''.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa