mercoledì 18 gennaio | 21:08
pubblicato il 10/mag/2014 11:41

Federalberghi: Bocca, fisco opprimente 900 milioni euro tra Imu e Tasi

Federalberghi: Bocca, fisco opprimente 900 milioni euro tra Imu e Tasi

(ASCA) - Trieste, 10 mag 2014 - ''Modifica del Titolo V della Costituzione per restituire centralita' al settore, adeguate risorse per la promozione del sistema Italia sui mercati internazionali, attivazione di un credito di imposta per incoraggiare gli investimenti nella riqualificazione degli alberghi, semplificazione delle procedure per consentire alle imprese in estrema difficolta' il cambio di destinazione d'usodegli immobili, supporto allo sviluppo turistico del Mezzogiorno''. Sono queste le richieste avanzate dal Presidente di Federalberghi, Bernabo' Bocca nell'ambito della 64esima Assemblea Nazionale della Federazione in corso a Trieste.

''Pur in una congiuntura economica ancora difficilissima - aggiunge Bocca - la domanda interna comincia a manifestare qualchetimido segnale di risveglio, anchese il mercato e' ben lontano dai livelli che registrava prima della crisi e gli indici di redditivita' sono purtroppo saldamente attestati sotto i valori del 2007''. L'osservatorio Federalberghi ha rilevato nel primo quadrimestre 2014 un incremento medio del 2,5% delle presenze di turisti negli alberghi italiani rispetto al corrispondente periodo del 2013.In particolare, si registra un +4,2% di stranieri, a conferma che i nostri alberghi continuino ad essere apprezzati, anche grazie ad un buon rapporto qualita'-prezzo.

''Inoltre, dopo anni di cali-evidenzia il Presidente degli albergatori italiani- anche la clientela italiana fa segnare un piccolo aumento (+1%), che ovviamente non e' sufficiente a compensareil crollo degli anni precedenti, ma ci induce a non mollare la presa e a confidare nella ripartenza del mercato domestico.

''I segnali positivi vanno incoraggiati - enfatizza Bocca - non certo schiacciati sotto il peso di una pressione fiscale opprimente! Basti pensare alla tassazione sugli immobili alberghieri, aumentata in pochi anni del 156% con Imu e Tasi che nel 2014 presenteranno un conto salatissimo, vicino ai 900 milioni di Euro.Per non parlare della vena di follia che ha ispirato nei giorni scorsi l'aumento abnormedell'imposta di soggiorno nelComune di Roma''. ''Chi ha la responsabilita' di governare il Paese, al centro e sul territorio - conclude Bocca - ha il dovere di tutelare le imprese del turismo, affinche' possano continuare a produrre ricchezza per il sistema Italia e lavoro per i nostri giovani, e di astenersi da atti di autolesionismo, che uccidono la gallina dalle uova d'oro, con grave danno per l'occupazione e per l'economia nazionale''.

com-ram/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Valute
Effetto Trump sul dollaro, vicino ai minimi di due mesi con yen
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina