domenica 04 dicembre | 11:21
pubblicato il 14/mag/2014 17:49

Fca: Ricerca Fim tra gli operai, Fiat e' buon posto dove lavorare (2)

(ASCA) - Torino, 14 mag 2014 - L'uso del Wcm, fondato sull'uso mirato delle tecnologie, su un forte coinvolgimento dei lavoratori nel miglioramento, sulla cura della preparazione dei manager e dei progetti di innovazione, ha contribuito notevolmente alla riduzione dei costi industriali nel periodo 2005-08 nelle fabbriche italiane di Fiat ed e' stato uno dei fattori decisivi anche nel rilancio di Chrysler dopo l'ingresso di Fiat nella gestione delle fabbriche americane. Si e' sviluppato a tre livelli che progressivamente registrano anche il consenso dei dipendenti.

Il primo e' quello del lancio, che ha visto una partecipazione limitata ai manager e ai tecnici, il secondo, quello della diffusione alle aree ''modello'', che ha dato vita ai primi team operai, il terzo, la fondazione di nuove fabbriche come Pomigliano, Melfi, Cassino, Verrone, Pratola Serra, con il Wcm a livelli di eccellenza e team operaio coinvolto nella progettazione. In questi ultimi casi di fabbriche riprogettate attorno alla nuova idea di produzione, i giudizi positivi sono superiori al 65% e a Pomigliano raggiungono l'80-85%. Lo studio si e' concentrato su due aspetti, le condizioni di lavoro (ambiente, sicurezza, pulizia, ordine, fatica, tempi) e le forme di partecipazione.

Dall'indagine emerge che la trasformazione non e' ancora del tutto compiuta: se la fabbrica del ''900 e' in via di sparizione, molti stabilimenti sono ancora in mezzo al guado.

La nuova cultura del Wcm ha condotto i lavoratori a pensare Fiat come un'azienda di successo, i dipendenti la considerano una ottima fabbrica e la consigliano come posto per lavorarci. Il lavoro e' cambiato: pero' ci sono aspetti valutati come molto positivi (salute e sicurezza, pulizia, ordine, rotazione e polivalenza), e aspetti ancora critici ( la fatica, i tempi, i riconoscimenti per i suggerimenti, lo ''stress'' cognitivo). Il Team e' una nuova realta', laddove e' formalizzato: con aspetti positivi (il Team Leader, dove c'e', e' ben riconosciuto, la cooperazione) e negativi (basso senso di appartenenza, scarsa rotazione).

''Il coinvolgimento dei lavoratori nei team - osserva il segretario nazionale Uilm Ferdinando Uliano - e' un elemento di criticita', che puo' essere migliorato definendo un apposito budget di tempo per la discussione. Questi interventi potrebbero consentire la risoluzione di molti problemi che sono emersi, a partire anche dal rafforzamento delle pratiche di rotazione e di riduzione dello stress''. La cultura della partecipazione non e' ancora del tutto assimilata anche se c'e' una diffusa necessita' di suggerire e di essere ascoltati. Che e' forse, nota la Fim-Cisl, il vero segno dei tempi nuovi e della ''voglia di partecipare''.

Per Uliano ''e' indispensabile che FCA e CNHI proseguano con piu' determinazione e mezzi accelerando il processo di innovazione attraverso l'introduzione nelle fasi piu' avanzate del Wcm in tutti gli stabilimenti.

Questo consentira' di migliorare ulteriormente le condizioni di lavoro e di partecipazione dei lavoratori''. E' necessario poi, osserva il sindacalista ''superare gli ostacoli che impediscono un maggior coinvolgimento dei lavoratori e del sindacato. Il coinvolgimento del sindacato deve essere rafforzato attraverso il suo ruolo diretto nelle Wcm Accademy e nel migliorare i meccanismi di partecipazione all'interno dei luoghi di lavoro delle Rsa e nelle Commissioni previste dalla contrattazione. Le relazioni industriali e sindacali devono rafforzare gli accordi di partecipazione per aumentare il livello di coinvolgimento e partecipazione dei lavoratori attraverso il riconoscimento e lo sviluppo delle professionalita' e la costruzione di un premio di risultato e sistemi premianti collegati al miglioramento, dal problem solving e agli interventi sull'organizzazione del lavoro''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari