domenica 11 dicembre | 11:17
pubblicato il 23/mag/2016 18:32

Fca, giù in Borsa su voci dieselgate. Azienda: siamo in regola

Indiscrezioni riportate dalla stampa tedesca

Fca, giù in Borsa su voci dieselgate. Azienda: siamo in regola

Torino, 23 mag. (askanews) - Tornano le voci di un possibile coinvolgimento nel dieselgate di Fca in relazione al tonfo di oggi dei titoli della casa automobilistica italo-americana che hanno perduto in chiusura il 4,44% a Piazza Affari. Secondo quanto riporta la stampa tedesca, dove il governo ha avviato un'indagine su 22 case automobilistiche con il coinvolgimento di 50 modelli, la Fca avrebbe dotato alcuni veicoli (si parla della 500x) di dispositivi irregolari in grado di manipolare l'esito dei test sulle emissioni inquinanti.

In casa Fca non si intende commentare i rumors apparsi in questi giorni sulla stampa tedesca e si ribadisce quanto detto negli ultimi mesi, vale a dire che "i veicoli Fca sono pienamente conformi alle normative sulle emissioni in vigore".

La vicenda infatti va avanti da diverso tempo e la scorsa settimana Fca, convocata, così come Opel, dalle autorità tedesche, non si è presentata, sottolineando che l'omologazione per le vetture italiane, così come prescrive la legge europea, è di competenza italiana.

Sullo stesso tema è intervenuto anche il ministro dei Trasporti Graziano Delrio che la scorsa settimana ha inviato una lettera al suo collega tedesco Alexander Dobrindt sottolineando che il confronto sulle emissioni dei veicoli Fca deve avvenire tramite le due autorità di omologazione nazionali. Dopo aver premesso che c'è "piena e completa disponibilità del costruttoreáFca", i cui modelli sono omologati in Italia, nel fornire all'Autorità competente "una serie di informazioni in merito alle proprie strategie di controllo delle emissioni", il ministro Delrio ha aggiunto che è necessario avviare un dialogo ufficiale tra le autorità di omologazione - per l'Italia il ministero delle Infrastrutture e i Trasporti e per la Germania il Kba - "invece che proseguire nell'interlocuzione diretta con il costruttore".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina