lunedì 05 dicembre | 05:36
pubblicato il 12/nov/2013 15:05

Famiglie: Bankitalia, quelle vulnerabili restano stabili a 3% del totale

(ASCA) - Roma, 12 nov - Dopo cinque anni di crisi, la situazione finanziaria delle famiglie italiane resta solida anche per il loro basso livello di indebitamento, ampiamente inferiore rispetto a quanto accade in altri paesi.

Nel primo semestre del 2013 ''i debiti finanziari delle famiglie sono pari al 65% del reddito disponibile, contro l'80% circa in Germania e in Francia e il 120% in Spagna'', scrive Bankitalia nel Rapporto sulla stabilita' finanziaria.

Nel 2012 le famiglie economicamente vulnerabili, quelle con un reddito inferiore al valore mediano e con un servizio del debito superiore al 30% del reddito, erano il 3% del totale, ''un valore analogo a quello del 2008. Il quadro non sarebbe mutato nel 2013'', e' scritto nel rapporto. Per Palazzo Koch, la percentuale di famiglie vulnerabili potrebbe rimanere stabile al 3% anche nel 2014, ma potrebbe ''aumentare fino al 3,5% in uno scenario molto sfavorevole, in cui il reddito reale continuasse a diminuire e i tassi di interesse a breve termine registrassero un forte rialzo''.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari