venerdì 20 gennaio | 23:42
pubblicato il 23/giu/2015 18:46

Falsi miti sul pollo, Unaitalia presenta "6 verità"

Un convegno con esperti per combattere pregiudizi molto diffusi

Falsi miti sul pollo, Unaitalia presenta "6 verità"

Milano (askanews) - Un rapporto intenso, ma a volte anche complesso: se infatti molti italiani amano il pollo, altrettanto diffusi, secondo un'indagine Doxa, sono i dubbi sull'allevamento e le caratteristiche dei polli che arrivano sulle nostre tavole. Per sfatare quelli che, a tutti gli effetti, vengono chiamati "falsi miti", Unaitalia, l'Unione delle filiere agroalimentari delle carni e delle uova, ha presentato in Triennale a Milano le sue "6 verità sul pollo (che gli italiani ancora non sanno)". Lara Sanfrancesco è il direttore di Unaitalia.

"Gli italiani - ci ha detto - sono grandi del pollo, lo consumano, ma permangono alcune ombre. Oggi con questo evento abbiamo voluto parlare in maniera trasparente, coinvolgendo tra l'altro autorevoli esperti, su alcune caratteristiche del pollo, che non sono ancora conosciute. Una di queste per esempio è che il pollo è allevato a terra: la maggior parte degli italiani pensa ancora che il pollo sia allevato in batteria, perché fa una gran confusione tra pollo e gallina, ma parliamo di cose completamente diverse".

Altri pregiudizi, secondo gli esperti di Unaitalia, tra cui il professor Giorgio Calabrese e il giornalista Alessandro Cecchi Paone, riguardano l'utilizzo degli antibiotici negli allevamenti, il poco apporto di ferro, la produzione non italiana e la necessità di lavare il pollo prima di cuocerlo. Tutte cose che vengono bollate come chiaramente false. Così come la presenza di ormoni nella carne del pollo. Il professor Andrea Vania del Centro di dietologia e nutrizione pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma. "Non ci sono ormoni nel pollo - ha spiegato - o per lo meno nei polli italiani, su quello siamo tranquilli. Soprattutto perché è illegale, per la legislazione europea e quindi anche per quella italiana. E' antieconomico metterceli, il pollo vive un periodo talmente breve, che metterci gli ormoni è controproducente, non serve a niente".

All'evento milanese erano presenti come testimonial anche le due pallavoliste Maurizia Cacciatori e Francesca Piccinini, che ha accolto con entusiasmo la "rivalutazione" della pelle del pollo arrosto. "A me - ci ha confessato la campionessa - è sempre piaciuta, soprattutto quando prendo le cosce o faccio il pollo arrosto, bello croccante... Mi piace!".

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4