giovedì 08 dicembre | 09:09
pubblicato il 07/ago/2014 18:54

Falck Renewables: in calo utile I sem. ma conferma target Ebitda 2014

(ASCA) - Roma, 7 ago 2014 - Falck Renewables archivia il primo semestre con un utile netto in calo a 5,7 milioni rispetto ai 19 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso a fronte di ricavi a 127 milioni da 141 milioni del 2013. ''I risultati ottenuti - ha commentato Piero Manzoni, amministratore delegato di Falck Renewables - risentono fortemente degli effetti di fattori esogeni negativi quali la scarsa ventosita' registrata nel semestre, le penalizzanti e ripetute variazioni normative che producono i loro effetti sia sul mercato italiano sia su quello spagnolo e il guasto all'alternatore di Trezzo, in fase di risoluzione''.

''Al fine di controbilanciare questi fattori, in linea con il nostro Piano Industriale 2013-2017, gia' da alcuni mesi abbiamo predisposto un piano di medio termine che portera' a un bilanciamento del portafoglio impianti di Gruppo in favore di fonti energetiche rinnovabili, che siano programmabili e meno dipendenti dagli incentivi''. Questo - ha proseguito Manzoni - ci ha portato al co-sviluppo e conseguente acquisizione del 51% della societa' Verus Energy Oak Limited, titolare dell'autorizzazione per la costruzione di un impianto di Waste to Energy nel Regno Unito, con l'impegno a salire al 100%''. L'impianto e' stato autorizzato per una capacita' nominale di 16,2 MW e utilizzera' una tecnologia innovativa che consentira' di accedere al regime incentivante in vigore nel Regno Unito.

''Inoltre - rileva Manzoni - abbiamo aumentato la nostra capacita' di produzione nel comparto eolico attraverso la connessione in rete del nuovo parco eolico di West Browncastle per 30 MW complessivi''. La recente acquisizione del Gruppo Vector Cuatro ''ci permettera' di offrire servizi di particolare contenuto professionale nell'ambito delle energie rinnovabili, incrementando i risultati a livello consolidato''. L'asset management, soprattutto nel segmento eolico e' ancora un green market in fase di sviluppo e per questa ragione estremamente attraente. Insieme a Vector Cuatro, che ha avuto nel 2013 ricavi pari a 7,4 milioni di euro e un risultato netto di 1 milione di euro (margine di oltre il 13% rispetto ai ricavi), possiamo fornire servizi integrati a terzi sfruttando la combinazione delle nostre competenze. A seguito di questa acquisizione strategica per il Gruppo, stiamo predisponendo un piano di crescita nei volumi e nella qualita' dei servizi offerti mantenendo margini, redditivita' e creazione di cassa particolarmente interessanti''.

Tornando ai conti la societa' conferma il target di un Ebitda per l'intero 2014 di 130-135 milioni, mentre nel primo semestre e' migliorato il profilo patrimoniale con un indebitamento finanzirio netto in calo a 531 milioni rispetto ai 673 milioni di fine 2013.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni