martedì 06 dicembre | 02:03
pubblicato il 12/set/2016 12:18

Export cresce in tutta Italia, boom Basilicata grazie a Fca Melfi

Da Istat dati positivi per il secondo trimestre

Export cresce in tutta Italia, boom Basilicata grazie a Fca Melfi

Roma, 12 set. (askanews) - Esportazioni in aumento in tutte le aree del paese nel secondo trimestre con un boom della Basilicata che grazie alla produzione di autoveicoli nel primi sei mesi dell'anno segna un balzo dell'82,7%. E' quanto emerge dai dati diffusi dall'Istat sulle esportazioni delle regioni italiane.

Nel secondo trimestre 2016, segnala l'Istituto di statistica, tutte le ripartizioni territoriali mostrano un aumento congiunturale delle esportazioni di beni: +4,3% per l'Italia nord-orientale, +3,4% per l'Italia nord-occidentale, +2,8% per l'Italia meridionale e insulare e +1,3% per l'Italia centrale.

Nei primi sei mesi dell'anno, l'export nazionale è invece complessivamente stabile con un aumento registrato per le regioni delle aree meridionale (+11,1%) e nord-orientale (+1,9%) che si contrappone ad un calo delle aree insulare (-23,1%), nord-occidentale (-1,6%) e centrale (-0,4%).

Tra le regioni che forniscono un contributo positivo alla crescita delle esportazioni nazionali si segnalano: Basilicata (+82,7%), Friuli-Venezia Giulia (+10,4%), Abruzzo (+13,6%), Emilia-Romagna (+1,6%) e Lombardia (+0,7%). Tra quelle che forniscono un contributo negativo si evidenziano: Piemonte (-7,4%), Sardegna (-30,5%), Sicilia (-18,6%) e Lazio (-4,2%).

L'Istat spiega che nel primo semstre dell'anno "l'aumento delle vendite di autoveicoli dalla Basilicata, di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi, da Friuli-Venezia Giulia, Lazio e Liguria contribuisce positivamente all'export nazionale per un punto percentuale".

Nello stesso periodo, "la diminuzione delle esportazioni di autoveicoli dal Piemonte e di prodotti petroliferi raffinati dalla Sardegna e dalla Sicilia fornisce un contributo negativo alle vendite nazionali sui mercati esteri di oltre un punto percentuale".

Nei primi sei mesi del 2016, la positiva performance all'export di Potenza, Milano, Trieste, Chieti, Firenze, Padova e Piacenza contribuisce positivamente all'export nazionale. Le province che contribuiscono in misura maggiore alla diminuzione delle vendite sui mercati esteri sono Torino, Cagliari, Siracusa, Vicenza, Latina, Varese e Cuneo.

Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari