martedì 21 febbraio | 20:18
pubblicato il 10/feb/2014 13:05

Expo 2015: Squinzi, sconta ritardi su infrastrutture

(ASCA) - Milano, 10 feb 2014 - L'Expo e' in ritardo sul fronte delle infrastrutture. Parola del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che durante il suo intervento alla Mobility Conference si e' soffermato sui ritardi che rischiano di ripercuotersi sull'Esposizione Universale di Milano. ''Sul fronte delle infrastrutture - ha messo in chiaro il numero uno di Viale dell'Astronomia - sembra scontare ritardi, tra responsabilita' regolatorie poco chiare, contenzioni amministrativi e difficolta' di reperire tutte le risorse, con il rischio di rendere difficile l'accesso ai siti espositivi''.

Percio' ''dobbiamo fare il massimo per portare a termine gli interventi previsti, perche' le opere infrastrutturali legale all'evento avranno un impatto nell'immediato, ma anche sul lungo periodo, in termini di occupazione, di mobilito', di potenziamento della logistica dell'area, con un beneficio per la Lombardia e, di conseguenza, per l'Italia tutta''. fcz/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia