mercoledì 18 gennaio | 09:22
pubblicato il 06/feb/2014 17:45

Expo 2015: Pisapia lancia a Johannesburg il 'Protocollo di Milano'

Expo 2015: Pisapia lancia a Johannesburg il 'Protocollo di Milano'

(ASCA) - Milano, 6 feb 2014 - Una Milano che sta all'alimentazione cosi' come Kyoto sta all'ambiente. E' la proposta lanciata dal Sindaco del capoluogo lombardo, Giuliano Pisapia, ai 'colleghi' delle citta' che partecipano alla sessione plenaria del C40 Cities Mayors Summit di Johannesburg.

L'idea e' quella di lavorare insieme alla presentazione di una 'food policy' per Milano, oltre che di stringere una partnership con altri sindaci delle citta' del Nord e del Sud del mondo sulle politiche del cibo sano. E' un vero e proprio 'Protocollo Milano', insomma, con obiettivi chiari e definiti da raggiungere nel medio periodo, quello che, nelle intenzioni, sara' firmato all'interno di un grande evento nel corso di Expo 2015. ''Un piano di azione locale - ha spiegato Pisapia - interamente dedicato al tema del cibo, una vera e propria food policy, di cui ad esempio si sono dotate Londra e altre citta', per essere piu' sostenibile e competitiva. Sono convinto che questo tema, cruciale per il pianeta e al centro del dibattito di Expo 2015, sia strettamente collegato alla lotta ai cambiamenti climatici, pericolosi per le persone e per il mondo intero. La produzione, la trasformazione e la distribuzione del cibo, insieme allo spreco delle risorse alimentari, riguardano da vicino il futuro di tutti noi''.

Intenzione del primo cittadino milanese e' ''coinvolgere tutte le citta' presenti a Johannesburg, molto sensibili su questo tema''. Nel frattempo, ha aggiunto, ''Milano, in questo anno che ci separa dall'Esposizione Universale, lavorera' alla sua Food Policy, strumento utile per delineare la visione per il futuro del suo sistema alimentare urbano''.

Merito soprattutto di Expo 2015, evento che secondo Pisapia ''ci offre una grande occasione per pianificare il futuro anche nel campo dell'alimentazione sana ed equilibrata. Che non significa tristi rinunce, ma vere e proprie opportunita' per uno sviluppo alternativo, con ricadute non solo sul piano della salute, ma anche economico e sociale. Laddove gli Stati non riescono a raggiungere i risultati - e' la sua convinzione - le sinergie tra le citta' possono invece vincere le sfide che ci troviamo ad affrontare''. C40 Cities e' la rete di citta' - nata sotto la guida di Micheal Bloomberg e ora presieduta dal Sindaco di Rio de Janeiro Eduardo da Costa Paes - impegnate nella riduzione delle emissioni di gas, causa principale dei cambiamenti climatici. Da Area C alla raccolta dei rifiuti organici, dalla mobilita' dolce all'efficientamento energetico, Pisapia ha ricordato le azioni del Comune per una citta' piu' vivibile e sostenibile. Risultati positivi e importanti, secondo il primo cittadino milanese, per una migliore qualita' della vita dei cittadini. fcz/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa