martedì 21 febbraio | 16:12
pubblicato il 30/apr/2014 20:30

Expo 2015: Milano, scatta il count-down. Grande festa sotto la Tower

Expo 2015: Milano, scatta il count-down. Grande festa sotto la Tower

(ASCA) - Milano, 30 apr 2014 - Mancano 365 giorni all'Expo e Milano festeggia in pompa magna l'avvio del countdown per l'Esposizione Universale che aprira' ufficialmente ai visitatori il primo maggio del 2015. L'evento si svolge in piazza Gae Aulenti, proprio sotto il grattacielo piu' alto d'Italia, e viene trasmesso in diretta da Rai 1. E' Antonella Clerici a condurre la serata che vede alternarsi, sul palco allestito ai piedi dell'Unicredit Tower, non solo protagonisti dell'Expo, ma anche volti dello spettacolo (come Enrico Bertolino) della cucina (lo chef Davide Oldani) e del sociale (don Gino Rigoldi).

L'ospite d'eccezione e' il tenore Andrea Bocelli che, accompagnato dall'Orchestra Rai, eseguira' in anteprima assoluta l'inno ufficiale dell'Expo 2015 (le parole sono dello stesso Bocelli mentre la musica e' firmata da Andrea Morricone). Manca, invece, il premier Matteo Renzi. E' il Ministro Maurizio Martina a rappresentare il governo.

Presente a sorpresa Letizia Moratti, sindaco nel 2008 quando Milano conquisto' l'Esposizione Universale strappandola alla turca Smirne. ''L'Expo di Milano sara' il piu' grande ristorante del mondo'', sottolinea il commissario unico Giuseppe Sala, convinto che la sfida dell'ultimo anno sara' quella ''spostare l'attenzione sul vero senso dell'evento e sulla nutrizione, coniugando gli aspetti sociali, cioe' dare da mangiare a chi soffre la fame, e il piacere della buona tavola''. La priorita' resta comunque di scongiurare il rischio ritardi e opere incompiute: ''Ora c'e' da correre. I lavori sono la nostra preoccupazione principale''. Dello stesso avviso il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che manifesta ottimismo: ''Milano - assicura - e' prontissima. Ce la faremo. Chiaramente dobbiamo correre''. Nessuna preoccupazione, insomma, per possibili ritardi: ''A Shangai a 4 mesi dall'Expo erano in una situazione peggiore di quella di Milano''. Sara' un successo anche per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi: '' Abbiamo accumulato ritardi, ma sono convinto che con il genio italico di sapremo recuperare i tempi e alla fine ne verremo fuori alla grande.

L'Expo sara' una grande vetrina per l'Italia perche' e' il primo grande evento del post-crisi''.

Preoccupato, invece, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che sollecita il governo a ''mantenere fede agli impegni presi'' e chiama direttamente in causa il premier Matteo Renzi: ''Finora zero risposte e zero attenzione. Mi spiace molto perche' il suo predecessore era molto piu' attento su Expo, lui invece mi sembra distratto e questo e' un problema serio perche' rischia di non farci arrivare in tempo per l'apertura di Expo''. fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia