lunedì 23 gennaio | 18:39
pubblicato il 22/mar/2014 15:37

Expo 2015: Maroni, inchiesta su Infrastrutture Lombarde non cambia nulla

(ASCA) - Cernobbio (Co), 22 mar 2014 - L'inchiesta che ha portato all'arresto di Antonio Rognoni e degli altri dirigenti di Infrastrutture Lombarde ''non cambia nulla'' per l'Expo. Ne e' convinto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che dal Forum Confcommercio di Cernobbio sottolinea: ''Nell'ordinanza non si parla di Expo ne' di appalti Expo, quindi non cambia nulla se non la necessita' di sostituire alcune persone che per conto di Infrastrutture Lombarde operavano sulla piastra Expo''. Un rinnovo ai vertici della societa' regionale che ''faremo lunedi' mattina quando presentero' a Sala il nuovo direttore dei lavori''. Percio', assicura il governatore lombardo, ''nessun interruzione. Non c'e' nessuna criticita', nessuna difficolta'. Faremo tutto quello che serve in tempi rapidi ma la priorita' numero uno e' Expo. Lunedi' - ribadisce - riprende l'operativita' della societa' senza nessuna interruzione''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Lavoro
Confindustria: dal 2014 occupazione cresce ma si ferma a metà 2016
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4