domenica 26 febbraio | 20:28
pubblicato il 28/apr/2014 14:32

Expo 2015: Maroni, da Renzi nessuna risposta, perso un mese di tempo

(ASCA) - Milano, 28 apr 2014 - Il governo ha ''perso un mese di tempo'' sull'Expo. L'accusa e' del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che questa mattina ha partecipato in Prefettura a Milano all'audizione dedicata allo stato di avanzamento delle opere collegate all'Esposizione davanti ai componenti della commissione lavori pubblici del Senato.

''Ho fornito ai senatori della commissione uno schema dettagliato sulle infrastrutture connesse all'Expo, sul loro stato di avanzamento e sulla previsione di conclusione'', ha spiegato il governatore lombardo ricordando di aver inviato circa un mese fa al premier Renzi una lettera con le richieste del Pirellone in vista dell'Expo. Il problema, ha messo in chiaro, e' che per il momento ''nessuna delle nostre richieste e' stata esaudita dal governo. Vuol dire aver perso un mese di tempo''. Per questo ''ho chiesto ai senatori di sollecitare il governo ad approvare i provvedimenti che sono dovuti''. In cima alla scaletta delle priorita' c'e' la defiscalizzazione della Pedemonata. ''Se il Cipe non decide - ha avvertito - la Pedemontana non si fara'''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech