domenica 19 febbraio | 22:04
pubblicato il 27/feb/2014 18:56

Expo 2015, la Santa Sede firma il Protocollo di partecipazione

Card. Ravasi e Sala presentano l'iniziativa in Vaticano

Expo 2015, la Santa Sede firma il Protocollo di partecipazione

Roma, (askanews) - La Santa Sede firma il Protocollo di partecipazione a Expo Milano 2015 e diventa così il 142esimo Paese a confermare la propria presenza all'Esposizione universale.Alla cerimonia della firma, nella Sala Regia del Palazzo apostolico in Vaticano, era presente il cardinale Gianfranco Ravasi, commissario generale della Santa Sede, che così illustra il significato della partecipazione all'Expo:"Prima di tutto è la Santa Sede, di sua natura, non è la Città del Vaticano. universale. A differenza di altri Stati la Santa Sede è distribuita in tutto il mondo, è veramente ecumenica"."Non di solo pane": è il tema scelto dalla Santa Sede per l'esposizione, all'interno ha per titolo "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita"."La Santa Sede è anche un'istituzione religiosa e avrà come compito quello di mostrare che il cibo è anche spirituale".Il Commissario unico del governo per Expo, Giuseppe Sala, ha sottolineato l'importanza dell'Esposizione: "Se noi avremo 140 paesi partecipanti, avremo 140 presidenti e premier verranno in sei mesi. Non è mai successa una cosa così".

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia