venerdì 09 dicembre | 10:43
pubblicato il 17/set/2014 11:39

Expo 2015: indagato per corruzione commissario infrastrutture

(ASCA) - Milano, 17 set 2014 - Antonio Acerbo, commissario delegato alle infrastrutture per Expo 2015 nonche' responsabile per le vie d'acqua e responsabile unico per il Padiglione d'Italia, risulta iscritto nel registro degli indagati aperto dalla procura di Milano in uno dei filoni di inchiesta di Expo 2015. Le ipotesi di reato contestate nei suoi confronti dai pm Claudio Gittardi e Antonio D'Alessio, sono quelle di corruzione e turbativa d'asta. Lo riferisce una nota della procura di Milano firmata dal procuratore capo Edmondo Bruti Liberati. E' soprattutto il progetto sulle vie d'acqua ad essere finito nel mirino della procura che ha disposto una serie di perquisizioni nell'abitazione e nell'ufficio di Acerbo. Ordinata anche la esibizione di fatti e documenti sul progetto delle vie d'acqua presso le societa' Expo Spa e Metropolitana milanese Spa.

fcz/cam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina