martedì 21 febbraio | 14:02
pubblicato il 17/set/2014 11:39

Expo 2015: indagato per corruzione commissario infrastrutture

(ASCA) - Milano, 17 set 2014 - Antonio Acerbo, commissario delegato alle infrastrutture per Expo 2015 nonche' responsabile per le vie d'acqua e responsabile unico per il Padiglione d'Italia, risulta iscritto nel registro degli indagati aperto dalla procura di Milano in uno dei filoni di inchiesta di Expo 2015. Le ipotesi di reato contestate nei suoi confronti dai pm Claudio Gittardi e Antonio D'Alessio, sono quelle di corruzione e turbativa d'asta. Lo riferisce una nota della procura di Milano firmata dal procuratore capo Edmondo Bruti Liberati. E' soprattutto il progetto sulle vie d'acqua ad essere finito nel mirino della procura che ha disposto una serie di perquisizioni nell'abitazione e nell'ufficio di Acerbo. Ordinata anche la esibizione di fatti e documenti sul progetto delle vie d'acqua presso le societa' Expo Spa e Metropolitana milanese Spa.

fcz/cam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia