giovedì 19 gennaio | 22:29
pubblicato il 17/set/2014 11:39

Expo 2015: indagato per corruzione commissario infrastrutture

(ASCA) - Milano, 17 set 2014 - Antonio Acerbo, commissario delegato alle infrastrutture per Expo 2015 nonche' responsabile per le vie d'acqua e responsabile unico per il Padiglione d'Italia, risulta iscritto nel registro degli indagati aperto dalla procura di Milano in uno dei filoni di inchiesta di Expo 2015. Le ipotesi di reato contestate nei suoi confronti dai pm Claudio Gittardi e Antonio D'Alessio, sono quelle di corruzione e turbativa d'asta. Lo riferisce una nota della procura di Milano firmata dal procuratore capo Edmondo Bruti Liberati. E' soprattutto il progetto sulle vie d'acqua ad essere finito nel mirino della procura che ha disposto una serie di perquisizioni nell'abitazione e nell'ufficio di Acerbo. Ordinata anche la esibizione di fatti e documenti sul progetto delle vie d'acqua presso le societa' Expo Spa e Metropolitana milanese Spa.

fcz/cam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Terremoti
Terremoto, Juncker: Ue pronta a mobilitare tutti i suoi strumenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale