lunedì 23 gennaio | 02:23
pubblicato il 06/mar/2014 15:24

Expo 2015: deserto, sole e mare nel padiglione del Kuwait

(ASCA) - Milano, 6 mar 2014 - Deserto, sole e mare. Sono gli elementi naturali della storia del Kuwait a cratterizzare il padiglione dell'emirato all'Expo di Milano 2015. Il progetto e' stato presentato questa mattina a Milano ed e' stato concepito per raccontare la storia di un Paese dove l'acqua potabile costituisce una merce preziosa.

Cosi' il Padiglione racconta ai visitarori come i kuwaitiani stiano usando l'istruzione, la tecnologia e la ricerca scientifica per trasformare il deserto in un luogo abitabile e accogliente, dove costruire una societa' vivace e dinamica. I cantieri, cosi' come previsto dal cronoprogramma stabilito dal comitato organizzativo dell'Expo, apriranno a giugno. Una volta terminati i lavori, la struttura occupera' uno spazio di 2.790 mq situato a nord del Decumano nella parte orientale del sito espositivo, a breve distanza dall'intersezione con il Cardo.

Durante i 6 mesi dell'Esposizione Universale di Milano, saranno circa 300 le persone che lavoreranno nel padiglione del Kuwait. Soddisfatto Salah Mansour Al-Mubaraki, Commissario generale Expo 2015 per il Kuwait: ''Il nostro Paese e' da tempo impegnato nello sviluppo delle migliori pratiche in campo energetico per applicare soluzioni non convenzionali nella produzione di alimenti e lasciare alle generazioni future una terra piu' fertile. La disponibilita' di cibo prodotto in modo sostenibile e accessibile, in quantita' sufficiente per tutti, rappresenta una sfida che coinvolge l'intera umanita' e il Kuwait intende fare la sua parte nell'offrire idee e soluzioni in linea con gli ideali che animano questa grande esposizione universale''.

Secondo il commissario dell'emirato, Italia e Kuwait sono legati da un ''rapporto di amicizia e cooperazione sempre piu' stretto'', come testimonia la scelta di affidare i lavori di progettazione e costruzione del padiglione a un'azienda italiana come Nussli Italia con il contributo dello Studio Italo Rota. com-fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4