martedì 06 dicembre | 09:33
pubblicato il 22/mar/2014 14:36

Expo 2015: Camusso, indagini su infrastrutture ok ma non fermino lavori

(ASCA) - Cernobbio (Co), 22 mar 2014 - Le indagini su Infrastrutture Lombarde non devono assolutamente rallentare i lavori dell'Expo che sara' ospitata il prossimo anno a Milano.

Questa la priorita' indicata dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, dopo l'arresto dei vertici di Infrastrutture Lombarde. ''In tempi non sospetti - ha detto la sindacalista durante il Forum Confcommercio di Cernobbio - abbiamo espresso le nostre preoccupazioni su Infrastrutture Lombarde e sulle modalita' con cui si erano accentrati determinati investimenti della Regione. Dopodiche' continuamo a pensare che la magistratura debba fare le sue indagini e che bisogna rendere trasparenti tutte le modalita' di appalto, ma questo non deve fermare invece i lavori anche perche' i tempi dell'Expo sono sempre piu' vicini''.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari