domenica 22 gennaio | 05:26
pubblicato il 09/mag/2013 14:43

Expo 2015: Angola firma contratto di partecipazione. Donne protagoniste

(ASCA) - Milano, 9 mag - Saranno le donne i principali protagonisti dello spazio espositivo che l'Angola costruira' all'Expo 2015 di Milano. Il Paese africano considera l'Esposizione Universale una grande opportunita' per far conoscere al mondo i metodi sviluppati nel campo della sicurezza alimentare. Per questo motivo ha deciso di essere presente con un padiglione proprio (self-built) di 2.010 metri quadrati.

Questa mattina la firma del contratto di partecipazione, il 44esimo sottoscritto dalla societa' che si occupa dell'organizzazione e della promozione dell'Expo con i Partecipanti Ufficiali.

A partire dalla ricca e variegata tradizione culinaria del Paese e dal ruolo primario che il mondo femminile gioca nella preparazione e nella produzione degli alimenti, il padiglione angolano invitera' i visitatori a gettare uno sguardo verso il futuro, incoraggiando a seguire buone abitudini alimentari, improntate alla sostenibilita', grazie all'uso delle nuove tecnologie e della realta' aumentata. L'area espositiva dell'Angola avra' un giardino esterno e un orto, dove saranno coltivate piante e alimenti tipici. Due ristoranti e un'area di intrattenimento che ospitera' esibizioni e spettacoli.

L'obiettivo e' regalare un viaggio unico, basato sull'esperienza diretta - con interazione fisica e tattile - dei materiali naturali e sostenibili con cui sara' realizzato lo spazio espositivo.

''Il tema di Expo Milano 2015 ''Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita' - ha commentato Albina Assis Pereira Africano, Commissario Generale del Padiglione dell'Angola - permettera' di riflettere sul problema globale della malnutrizione e della denutrizione che affligge milioni di persone in tutto il Pianeta, e in particolare in Africa. Nel nostro Padiglione tradurremo la nostra visione di futuro: educare significa pensare al benessere delle generazioni di oggi e di domani, innovare invece vuol dire adattare le buone pratiche dei nostri antenati al mondo moderno''. Soddisfatto anche Giuseppe Sala, commissario unico dell'Expo 2015: ''L'Angola lancia un segnale forte e positivo a tutto il mondo: ha scelto di partecipare con un proprio padiglione per valorizzare al meglio la vitalita' e l'atteggiamento propositivo che il suo popolo ha verso il domani. Questa presenza, e quella nutrita dell'intero continente africano, da' la misura di quanto Expo Milano 2015 rappresenti davvero un appuntamento strategico, una vetrina di rilievo socio-politico ed economico imperdibile''.

com-fcz/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4