domenica 19 febbraio | 18:33
pubblicato il 04/mag/2015 16:45

Exor, PartnerRe respinge offerta da 6,4 miliardi dollari

Ma la holding della famiglia Agnelli non si arrende

Exor, PartnerRe respinge offerta da 6,4 miliardi dollari

Roma, 4 mag. (askanews) - PartnerRe dice no all'offerta da 6,4 miliardi di dollari avanzata da Exor. Il board della compagnia di riassicurazione ha respinto infatti la proposta della holding della famiglia Agnelli per un'acquisizione al prezzo di 130 dollari per azione. PartnerRe, sottolinea la società, conferma invece "l'impegno a portare avanti il progetto di fusione con Axis Capital Holdings", che permetterà di pagare un dividendo speciale 'una tantum' di 11,5 dollari per azione.

Ma Exor non si tira indietro dopo il no del board di PartnerRe all'offerta di acquisizione e mantiene la sua proposta da 6,4 miliardi di dollari, nella convinzione che saranno gli azionisti a decidere l'offerta migliore. La holding della famiglia Agnelli sostiene che la sua offerta resta "superiore" rispetto a quella di Axis, con cui PartnerRe intende portare avanti il progetto di fusione. Exor resta quindi "determinata a concludere l'operazione nei termini proposti ed è pienamente impegnata a completarla rapidamente".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia