giovedì 08 dicembre | 15:39
pubblicato il 29/gen/2014 15:42

Eurozona: Fmi, difficile integrazione finanziaria senza backstop comune

(ASCA) - Roma, 29 gen 2014 - Il Fondo Monetario internazionale apprezza gli sforzi dell'Eurozona per una maggiore integrazione finanziaria. Il Fondo ritiene che la valutazione degli attivi bancari (Asset quality review), propeduetica alla vigilanza bancaria unica un capo all'Eurotower, e i successivi stress test sulle banche europee potranno rimuovere gl interrogativi sul loro reale stato di salute. Ma non basta per arrivare alla completa integrazione finanziaria dell'unione monetaria.

L'assenza di un backstop effettivamente comune probabilmente rallentera' il processo di integrazione', poiche' lascia intatto il circolo vizioso tra rischio sul debito sovrano e rischio bancario.

''Una maggiore chiarezza sul backstop potrebbe ridurre la necessita' di un suo uso, aumentare la fiducia dei mercati e rendere piu' facile la raccolta di capitali privati'' ha spiegato Jose' Vinals, direttore del dipartimento mercati monetari e dei capitali del Fondo Monetario Internazionale aggiornando l'Outlook sulla Stabilita'.

Il backstop (strumento di sostegno) serve a coprire le necessita' finanziarie che potrebbero manifestarsi fino alla messa a regime del fondo di risoluzione delle crisi bancarie.

Un fondo finanziato dalle stesse banche che sara' pero' avviato solo tra 10 anni quando sara' completato il suo finanziamento.

Dunque, nel decennio della transizione, il backstop servirebbe a coprire, in caso di bisogno, la incapienza del fondo di risoluzione delle crisi bancarie.

Prima della sua adozione, tra i paesi europei, ci sono ancora da chiarire diversi aspetti, il piu' importante riguarda le sue modalita' di finanziamento. Il punto e' se debba essere uno strumento comunitario oppure una pluralita' di backstop nazionali. In questo secondo caso, se uno Stato dovesse intervenire per salvare o liquidare una banca, le risorse verrebbero dal bilancio nazionale con ripercussioni sul debito pubblico e delle banche del paese che deve intervenire.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Ocse
Ocse, superindice in lieve aumento a ottobre ma in Italia -0,04%
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni