lunedì 16 gennaio | 16:07
pubblicato il 29/gen/2014 15:42

Eurozona: Fmi, difficile integrazione finanziaria senza backstop comune

(ASCA) - Roma, 29 gen 2014 - Il Fondo Monetario internazionale apprezza gli sforzi dell'Eurozona per una maggiore integrazione finanziaria. Il Fondo ritiene che la valutazione degli attivi bancari (Asset quality review), propeduetica alla vigilanza bancaria unica un capo all'Eurotower, e i successivi stress test sulle banche europee potranno rimuovere gl interrogativi sul loro reale stato di salute. Ma non basta per arrivare alla completa integrazione finanziaria dell'unione monetaria.

L'assenza di un backstop effettivamente comune probabilmente rallentera' il processo di integrazione', poiche' lascia intatto il circolo vizioso tra rischio sul debito sovrano e rischio bancario.

''Una maggiore chiarezza sul backstop potrebbe ridurre la necessita' di un suo uso, aumentare la fiducia dei mercati e rendere piu' facile la raccolta di capitali privati'' ha spiegato Jose' Vinals, direttore del dipartimento mercati monetari e dei capitali del Fondo Monetario Internazionale aggiornando l'Outlook sulla Stabilita'.

Il backstop (strumento di sostegno) serve a coprire le necessita' finanziarie che potrebbero manifestarsi fino alla messa a regime del fondo di risoluzione delle crisi bancarie.

Un fondo finanziato dalle stesse banche che sara' pero' avviato solo tra 10 anni quando sara' completato il suo finanziamento.

Dunque, nel decennio della transizione, il backstop servirebbe a coprire, in caso di bisogno, la incapienza del fondo di risoluzione delle crisi bancarie.

Prima della sua adozione, tra i paesi europei, ci sono ancora da chiarire diversi aspetti, il piu' importante riguarda le sue modalita' di finanziamento. Il punto e' se debba essere uno strumento comunitario oppure una pluralita' di backstop nazionali. In questo secondo caso, se uno Stato dovesse intervenire per salvare o liquidare una banca, le risorse verrebbero dal bilancio nazionale con ripercussioni sul debito pubblico e delle banche del paese che deve intervenire.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow