venerdì 02 dicembre | 23:59
pubblicato il 25/gen/2013 10:58

Eurozona: Draghi, straordinari progressi sui conti pubblici. Perseverare

(ASCA) - Roma, 25 gen - Nell'ultimo anno sono stati ''compiuti progressi straordinari dai governi europei nel risanamento dei conti pubblici e nell'avvio di riforme strutturali e oggi iniziano ad essere visibili i risultati''.

E' quanto ha affermato il presidente della Bce, Mario Draghi, intervistato a Davos nell'ambito del World Economic Forum.

E il 2012 e' stato l'anno del ''rilancio dell'euro'', ha sottolineato Draghi, indicando che il 2013 e' iniziato in un contesto decisamente diverso rispetto al 2012. Draghi ha poi spiegato che le migliorate condizioni sui mercati finanziari ''ancora non si sono trasmesse all'economia reale''. ''Dobbiamo fare molto di piu' sul fronte dell'economia reale'' ha detto, ripetendo che la Bce prevede una ripresa dell'economia nell'area euro nella seconda parte dell'anno in corso. Il numero uno dell'Eurotower ha poi ribadito che i governi dell'area euro ''devono ora perseverare nel risanamento dei conti pubblici e nella realizzazione delle riforme strutturali''.

did/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari