domenica 19 febbraio | 17:38
pubblicato il 16/gen/2014 12:00

Europarlamento chiede ai 28 di bocciare mais Ogm Pioneer 1507

"Da sua coltivazione potenziali rischi per farfalle e falene"

Europarlamento chiede ai 28 di bocciare mais Ogm Pioneer 1507

Bruxelles, 16 gen. (askanews) - Con 385 voti favorevoli, 201 contrari e 30 astensioni, il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria oggi a Strasburgo, ha approvato una risoluzione in cui chiede alla Commissione e al Consiglio Ue di non autorizzare su territorio dell'Unione la coltivazione del mais geneticamente modificato "Pioneer 1507", su cui i ministri dei Ventotto devono pronunciarsi entro il 12 febbraio. Gli europarlamentari chiedono al Consiglio Ue di bocciare la proposta di autorizzazione presentata della Commissione europea e sollecitano lo stesso Esecutivo comunitario a non proporre o rinnovare le autorizzazioni di qualsiasi varietà Ogm fino a quando non siano stati migliorati i metodi di valutazione del rischio. Nella risoluzione gli eurodeputati sottolineano i potenziali richi per le farfalle e le falene che potrebbe derivare dalla coltivazione di questo Ogm, contenente un gene che esprime la tossina insetticida Bt, letale per la Pirale, un lepidottero infestante. Il mais transgenico, inoltre, è resistente all'erbicida Glufosinato Ammonio, ciò che comporta possibili rischi per la biodiversità che non sono stati esaminati nella valutazione scientifica condotta dall'Efsa, l'Autorità europea di sicurezza alimentare di Parma. A questo proposito, l'Europarlamento nota che la proposta di autorizzazione della Commissione non specifica eventuali "condizioni per la protezione di particolari ecosistemi/ambienti e/o aree geografiche", come richiesto dalla normativa comunitaria. Gli eurodeputati sottolineano inoltre che l'Ue classifica il glufosinato ammonio come sostanza tossica per la riproduzione e non autorizzerà più il suo utilizzo (che la coltivazione del Pioneer 1507 presuppone) dopo il 2017. La risoluzione ricorda come la stessa Efsa abbia riconosciuto che sussiste un rischio per i lepidotteri "non bersaglio" (cioè non nocivi per il mais) come farfalle e falene, contrariamente alle affermazioni della Pioneer, la multinazionale produttrice dell'Ogm, che aveva liquidato tali rischi come "trascurabili". Il Parlamento rileva inoltre che il mais 1507 è resistente all'erbicida glufosinato, ed è commercializzato come tale negli Stati Uniti e in Canada. Tuttavia, l'UE classifica il glufosinato come sostanza tossica per la riproduzione e non autorizzerà il suo utilizzo dopo il 2017. la prima volta che il Parlamento europeo interviene a contrastare, con una propria iniziativa diretta, la possibile autorizzazione di un Ogm, che avviene in genere secondo il meccanismo cosiddetto di "comitologia" in cui le proposte della Commissione possono essere respinte solo da una maggioranza qualificata degli Stati membri.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia