martedì 24 gennaio | 02:12
pubblicato il 04/set/2014 14:29

Enogastronomia: vino, prezzi stazionari per gli 'sfusi'

(ASCA) - Roma, 4 set - I prezzi degli ''sfusi'', dai territori leader del vino italiano che, forti principalmente dei risultati dell'export, sembrano stazionari o lievissimamente in aumento. Stiamo parlando delle ultime rilevazioni, avvenute uno o due mesi fa, per consentire alle cantine di svuotarsi prima della nuova vendemmia. Ma proprio le previsioni non positive per l'esito qualitativo (piu' ottimistiche le stime per quello quantitativo) della vendemmia 2014 potrebbero portare qualche sorpresa nel ''borsino'' dei prezzi dello sfuso, con qualche tensione. A dirlo un indagine di WineNews, che ha sentito professionisti del settore e, in qualche caso, i Consorzi, che hanno fornito i dati.Una possibilita' ancora tale, soprattutto a vendemmia ancora tendenzialmente lontana per la maggior parte delle uve rosse, mentre su quelle bianche qualcosa gia' e' possibile stimare, aspettando la vendemmia del Prosecco che dovrebbe partire proprio in questi giorni, mentre per l'altro re dei bianchi, il Pinot Grigio, si puo' ipotizzare un leggero rialzo dei prezzi dello sfuso.In Piemonte, il Barolo sfuso viaggia a 800 euro ad ettolitro, mentre il Barbaresco costa ad ettolitro 400 euro, il Gavi 200 euro ad ettolitro, come il Moscato, mentre la Barbera oscilla tra i 100 e i 150 euro ad ettolitro, ed il Dolcetto tra gli 80 e 120. In Lombardia, e precisamente nella Franciacorta, sebbene il mercato dello sfuso sia tendenzialmente minimo, le basi spumante si attestano sui 150 euro ad ettolitro. In Trentino, terra d'elezione per gli spumanti metodo classico, il prezzo dello sfuso Trentodoc si trova intorno ai 160-200 euro ad ettolitro. Il Veneto resta la Regione che probabilmente sta meglio, grazie alle sue denominazioni di punta Prosecco e Amarone. Ma qui, a vendemmia ancora da iniziare, c'e' una certa reticenza nel rilevare i prezzi dello sfuso delle due Docg, visti anche i problemi metereologici incontrati nel pre-vendemmia 2014. Per le bollicine, un ettolitro di Prosecco Doc potrebbe valere tra i 180 e i 200 euro ad ettolitro, mentre lo stesso quantitativo di Docg Conegliano-Valdobbiadene viaggerebbe tra i 220 e i 230 euro ad ettolitro. Conferma il suo alto valore l'Amarone della Valpolicella, anche se in questo caso stiamo parlando di un mercato tendenzialmente ristretto: un ettolitro di Amarone potrebbe arrivare a costare 800 euro, mentre uno di Valpolicella si attesta sui 300 euro. Lo sfuso di Soave Classico, invece, starebbe tra 100 e 110 euro ad ettolitro.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Commercio
Ricerca Nielsen, 87% di chi naviga in internet fa shopping online
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4