martedì 21 febbraio | 20:29
pubblicato il 14/mar/2013 09:56

Eni: vende il 20% dell'area 4 in Mozambico a Petrochina per 4,2 mld

Eni: vende il 20% dell'area 4 in Mozambico a Petrochina per 4,2 mld

(ASCA) - Roma, 14 mar - L'ad dell'Eni, Paolo Scaroni, e il ceo di Petrochina Company Limited, societa' controllata da China National Petroleum Corporation (CNPC), Zhou Jiping, hanno firmato a Pechino un accordo per la vendita da parte di Eni a CNPC del 28,57% delle azioni della societa' Eni East Africa, titolare del 70% della partecipazione nell'Area 4, nell'offshore del Mozambico. Con questa operazione, CNPC acquisisce indirettamente la partecipazione del 20% nell'Area 4, mentre Eni rimane proprietaria del 50%. Le rimanenti quote nell'area sono detenute da Empresa Nacional de Hidrocarbonetos de Mocambique (ENH, 10%), Kogas (10%) e Galp Energia (10 %). Il prezzo concordato - informa un comunicato - e' pari a 4,21 miliardi di dollari.

Il completamento della transazione e' soggetto al verificarsi di alcune condizioni di prassi tra le quali l'ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle Autorita' del Mozambico.

L'entrata di CNPC nell'Area 4 ha valenza strategica per il progetto in considerazione della rilevanza del nuovo partner nei settori upstream e downstream a livello mondiale.

Contestualmente, Eni e CNPC hanno firmato un Joint Study Agreement per la cooperazione finalizzata allo sviluppo del blocco a shale gas denominato Rongchang, che si estende per circa 2.000 chilometri quadrati nel Sichuan Basin, in Cina.

Quest'area, situata in prossimita' dei principali mercati di consumo cinesi e della quale il rischio minerario e' gia' stato ridotto da attivita' di ricerca e prove di produzione condotte in blocchi limitrofi, si e' dimostrata a oggi la piu' promettente nel Paese. L'accordo consentira' lo studio dell'area che sara' condotto contestualmente ai negoziati per la stipula del Production Sharing Agreement.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia