domenica 11 dicembre | 09:38
pubblicato il 31/lug/2014 12:22

Eni: Ugl, su Gela auspichiamo soluzione condivisa

(ASCA) - Roma, 31 lug 2014 - ''Purtroppo l'incontro di ieri non ha portato l'esito auspicato e percio' oggi la discussione dovra' necessariamente ripartire dagli aspetti del piano piu' dibattuti, con la speranza di arrivare ad una soluzione condivisa''. Lo dichiara il segretario nazionale dell'Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, all'avvio del tavolo al ministero dello Sviluppo Economico sullo stabilimento Eni di Gela, spiegando che ''il piano proposto ieri dal gruppo petrolifero italiano ci ha lasciato perplessi perche' carente sotto l'aspetto attuativo, in quanto non tiene conto delle effettive tempistiche necessarie nel nostro Paese per ottenere tutte le autorizzazioni del caso, sia a livello locale sia da parte del Ministero dell'Ambiente''.

''Oggi - conclude il sindacalista - ribadiremo percio' l'attuazione degli accordi del 2013, con investimenti utili al riavvio degli impianti di raffinazione''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina