giovedì 19 gennaio | 20:39
pubblicato il 03/lug/2014 14:04

Eni: Ugl, Descalzi dia risposte chiare e rassicuranti su futuro

(ASCA) - Roma, 3 lug 2014 - ''Siamo fortemente preoccupati dalla nuova strategia ipotizzata dai vertici Eni: le conseguenze sugli assetti occupazionali dei siti italiani, in particolare delle raffinerie e soprattutto in territori come quello siciliano, sarebbero devastanti''. Lo dichiara il segretario nazionale dell'Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, commentando le notizie di stampa sui piani industriali Eni e chiedendo ''al neo ad, Claudio Descalzi, di dare risposte chiare e rassicuranti sul futuro delle migliaia di addetti che sarebbero colpiti dalla riorganizzazione ipotizzata.

Siamo consapevoli della grave crisi attraversata dal comparto della raffinazione e del petrolio - aggiunge Ulgiati - ma la soluzione non puo' essere rappresentata solo da tagli unilaterali e riconversioni drastiche''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale