domenica 26 febbraio | 11:53
pubblicato il 03/lug/2014 14:04

Eni: Ugl, Descalzi dia risposte chiare e rassicuranti su futuro

(ASCA) - Roma, 3 lug 2014 - ''Siamo fortemente preoccupati dalla nuova strategia ipotizzata dai vertici Eni: le conseguenze sugli assetti occupazionali dei siti italiani, in particolare delle raffinerie e soprattutto in territori come quello siciliano, sarebbero devastanti''. Lo dichiara il segretario nazionale dell'Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, commentando le notizie di stampa sui piani industriali Eni e chiedendo ''al neo ad, Claudio Descalzi, di dare risposte chiare e rassicuranti sul futuro delle migliaia di addetti che sarebbero colpiti dalla riorganizzazione ipotizzata.

Siamo consapevoli della grave crisi attraversata dal comparto della raffinazione e del petrolio - aggiunge Ulgiati - ma la soluzione non puo' essere rappresentata solo da tagli unilaterali e riconversioni drastiche''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech