domenica 26 febbraio | 03:15
pubblicato il 01/apr/2014 18:50

Eni: UBS, condanna Scaroni bizzarra ma puo' pesare su sua conferma

(ASCA) - Roma, 1 apr 2014 - La condanna di Paolo Scaroni per la vicenda della centrale di Porto Tolle ''nonostante appaia in qualche modo bizzarra, visto che si tratta di un caso vecchio di oltre 10 anni e per il quale Scaroni era stato precedentemente assolto, potrebbe avere ripercussioni sulla sua conferma ad amministratore delegato dell'Eni per un altro mandato di 3 anni all'Assemblea degli azionisti dell'8 maggio''. E' quanto scrive UBS in un report in cui conferma il giudizio 'Buy' sul titolo con target price a 19 euro.

Secondo la banca d'affari le conseguenze della vicenza giudiziaria rappresentano ''una questione seria'' per gli invdstitori di Eni visto che UBS riconosce a Scaroni ''di aver svolto in condizioni difficili un lavoro molto efficace all'Eni e di aver costruito un team di managers molto capace, ma la stabilita' ci sembra la chiave, come lo e' il suo ruolo nell'implementare la strategia della societa'''.

fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech