sabato 10 dicembre | 02:05
pubblicato il 04/apr/2011 21:19

Eni/ Tesoro conferma Scaroni ad, Recchi designato presidente

L'ad al suo terzo mandato

Eni/ Tesoro conferma Scaroni ad, Recchi designato presidente

Roma, 4 apr. (askanews) - Il Tesoro conferma Paolo Scaroni amministratore delegato di Eni, al suo terzo mandato. Alla presidenza viene designato Giuseppe Recchi che prende il posto di Roberto Poli. Il Tesoro, azionista di Eni direttamente con il 3,93% del capitale e attraverso Cdp con il 26,37%, depositerà la lista in occasione dell'assemblea degli azionisti, convocata per il 29 aprile in prima e il 5 maggio in seconda. In lista anche Carlo Cesare Gatto, Paolo Marchioni (già in cda), Roberto Petri, Mario Resca (già nell'attuale consiglio di amministrazione). Dal cda escono Pier Luigi Scibetta e Paolo Andrea Colombo che va alla presidenza dell'Enel. Per il collegio sindacale il Tesoro ha inoltre presentato la seguente lista: Roberto Ferranti (Sindaco effettivo), Paolo Fumagalli (Sindaco effettivo), Renato Righetti (Sindaco effettivo), Francesco Bilotti (Sindaco supplente).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina