giovedì 19 gennaio | 20:13
pubblicato il 28/nov/2013 12:58

Eni: Scaroni, primi in Africa ma Asia e' la nostra nuova frontiera

Eni: Scaroni, primi in Africa ma Asia e' la nostra nuova frontiera

(ASCA) - Roma, 28 nov - L'Asia e' la nuova frontiera di Eni, sara' la sua ''seconda gamba'' dopo l'Africa dove la societa' e' di gran lunga la prima per riserve e produzione. Lo ha sottolineato l'amministratore delegato Paolo Scaroni nel corso della presentazione del World Energy Outlook dell'Agenzia Internazionale dell'Energia.

''Eni e' una compagnia essenzialmente africana dove hao il 60% della sua produzione. Siamo di gran lunga i primi produttori in Africa, i primi per riserve e siamo ben contenti di esserlo'' ha ricordato ''L'Africa e' stata il centro della nostra attivita' da sempre ma oggi cominciamo a guardare ad una nuova frontiera e cioe' all'Asia ed in particolare al Sudest asiatico che ci sta dando grandi soddisfazioni''. In particolare, ha spiegato Scaroni, ''siamo i primi produttori in Pakistan e siamo molto felici di essere li'.

Adesso esploreremo il golfo del Bengala ed e' un tassello fondamentale della nostra strategia. Siamo tornati in gran forze in Indonesia che ha avuto una grande tradizione petrolifera e siamo riusciti prendendo due blocchi di due grandi major che li avevano esplorati per dieci anni. Non faccio i nomi per carita' di patria ma siamo arrivati noi e abbiamo fatto due grandissime scoperte''. ''Siamo in Cina dove lavoriamo sullo shale gas e abbiamo due paesi nuovi su cui puntiamo molto'' ha proseguito ''sono il Vietnam, dove abbiamo tre blocchi offshore e siamo convinti che ci sia molto da fare, e il Myanmmar dove abbiamo vinto tre blocchi offshore e ci auguriamo anche li' di poter stabilire grande base''. Questa frontiera asiatica, ha rilevato Scaroni, ''ci consentira' di creare una grande seconda gamba in un'area dove la domanda cresce e dove possiamo essere matteiani, in modo che dovunque andiamo le popolazioni che vivono vicino a dove noi operiamo sentano il beneficio della nostra presenza''.

''Noi - ha concluso - siamo di gran lunga la compagnia piu' di successo nell'esplorazione: negli ultimi 5 anni abbiamo scoperto piu' del doppio di quello che abbiamo prodotto costruendoci la crescita futura''.

fgl/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale