domenica 04 dicembre | 17:21
pubblicato il 23/ott/2013 09:47

Eni: Scaroni, preoccupati per impianto libico Wafa. E' ancora fermo

Eni: Scaroni, preoccupati per impianto libico Wafa. E' ancora fermo

(ASCA) - Roma, 23 ott - ''Al momento l'impianto Wafa e' ancora fermo, la produzione di gas in Libia resta off shore.

Il fatto che non funzioni e' un bel problema e per questo siamo preoccupati, poiche' non ci sono ancora previsioni di riapertura''. Lo ha detto l'amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, parlando del giacimento nel deserto libico con i giornalisti a margine di un convegno alla Farnesina.

rba/alf/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari