mercoledì 18 gennaio | 23:16
pubblicato il 24/set/2013 12:00

Eni/ Scaroni: non siamo custodi sicurezza approvvigionamenti

Non è nostra responsabilità

Eni/ Scaroni: non siamo custodi sicurezza approvvigionamenti

Roma, 24 set. (askanews) - Il tema della sicurezza degli approvvigionamenti "non appartiene" a Eni. un tema di competenza del governo. Lo ha ribadito l'amministratore delegato di Eni, in audizione al Senato tornando sul tema della sicurezza delle forniture. "Non vogliamo niente da nessuno, figuriamoci se vogliamo i soldi dei consumatori o del governo, ma non mi si chieda di svolgere un ruolo che non è mio. Non mi si può chiedere - ha spiegato - di essere io il custode della sicurezza degli approvvigionamenti e non vedere riconosciuti i costi che implica. Non è responsabilità di Eni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina