sabato 10 dicembre | 12:34
pubblicato il 13/feb/2014 08:55

Eni: nuovo e importante successo esplorativo nell'offshore congolese

(ASCA) - Roma, 13 feb 2014 - Eni ha ottenuto un nuovo e importante successo esplorativo nel blocco Marine XII, di cui la societa' e' Operatore, situato nell'offshore congolese a circa 17 chilometri dalla costa.

Il pozzo esplorativo Nene Marine 3, che ha portato all'importante risultato - si legge in una nota -, e' stato perforato in 28 metri di profondita' d'acqua e ha incontrato un importante accumulo di gas e di olio leggero nella sequenza geologica clastica pre-salina delineando un'estensione verso ovest del giacimento e provandone la continuita' idraulica. Nene Marine 3 e' situato a 2 chilometri dal pozzo di scoperta Nene Marine 1 e a 4 chilometri da Nene Marine 2.

Durante la prova di produzione, eseguita nell'intervallo mineralizzato a olio, il pozzo ha erogato oltre 5.000 barili di olio al giorno a 36* API.

In seguito ai risultati del pozzo, Eni valuta che il campo di Nene Marine contenga 1,2 miliardi di barili di olio e 30 miliardi di metri cubi di gas in posto. La societa' stima inoltre in 2,5 miliardi di barili di olio equivalente in posto il potenziale complessivo del campo di Nene Marine e di quello limitrofo di Litchjendilj Marine.

Il blocco ha ancora un significativo potenziale minerario addizionale che verra' accertato tramite la prossima campagna esplorativa e di delineazione.

Eni, che detiene il 65% del blocco Marine XII, ha rapidamente attivato con i partner della joint venture New Age (25%) e la compagnia di stato SNPC (Societe' Nationale des Pe'troles du Congo, 10%) gli studi per assicurare un rapido sviluppo commerciale di queste rilevanti riserve di idrocarburi con l'obiettivo di avviare una prima produzione di olio gia' a partire dal 2016.

Eni e' in Congo dal 1968 e produce nel paese circa 105.000 barili di olio equivalente al giorno. Eni e' inoltre presente nell'Africa Subsahariana dagli anni '60 ed e' operativa in progetti di esplorazione e produzione in Angola, Congo, Ghana, Gabon, Mozambico, Nigeria, Repubblica Democratica del Congo, Kenya e Liberia. Con un'attivita' esplorativa di successo e in rapida crescita, Eni produce attualmente nella regione circa 450.000 barili di olio equivalente al giorno. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina