lunedì 05 dicembre | 01:32
pubblicato il 08/mag/2014 15:22

Eni: Mef, da nuovo Cda massimo rigore in compensi a d.g. e dirigenti

(ASCA) - Roma, 8 mag 2014 - Il nuovo Consiglio di amministrazione dell'Eni dovra' porre la ''massima attenzione'' a contenere le retribuzioni anche dei dirigenti della societa'. E' quanto ha chiesto il rappresentante del Ministero dell'Economia e delle Finanze, Francesco Parlato, nel corso dell'assemblea degli azionisti della societa'.

''Si raccomanda al nuovo Cda - ha detto - di riservare nella determinazione dei compensi dei direttori generali e dei dirigenti la massima attenzione all'attuazione di politiche che, pur in grado di consentire l'incentivazione al ragiungimento degli obiettivi di performace, siano ispirate al massimo rigore e al contenimento dei costi dell'azienda''.

fgl/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari