lunedì 05 dicembre | 05:59
pubblicato il 09/dic/2013 10:43

Eni: incontro di lavoro tra Scaroni e presidente Repubblica del Congo

Eni: incontro di lavoro tra Scaroni e presidente Repubblica del Congo

(ASCA) - Roma, 9 dic - Il Presidente della Repubblica del Congo, Denis Sassou Nguesso, e l'Amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, accompagnato da Claudio Descalzi, Direttore Generale di Eni E&P si sono incontrati a Roma per fare il punto sulle attivita' e sui progetti di Eni in corso nel Paese, con particolare attenzione alle scoperte recenti.

Lo rende noto l'Eni in un comunicato.

Come gia' annunciato, Eni e la compagnia di Stato congolese Societe Nationale des Petroles du Congo (SNPC) esploreranno congiuntamente il potenziale di idrocarburi del blocco Ngolo, che fa parte del bacino geologico della Cuvette ed e' situato circa 350 chilometri a nord est dalla capitale Brazaville. Eni, attraverso la propria societa' Eni Congo, partecipa alla joint venture con SNPC per l'esplorazione del blocco in qualita' di operatore.

Inoltre, Eni ha recentemente effettuato un'importante scoperta offshore di olio e gas nel prospetto esplorativo Nene' Marine, situato nel Blocco Marine XII a circa 17 chilometri dalla costa. Eni, attraverso Eni Congo e' l'operatore del blocco Marine XII con la quota del 65%. Gli altri partner sono New Age, con la quota del 25%, e SNPC, con il 10%.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari