venerdì 24 febbraio | 11:28
pubblicato il 11/set/2014 11:14

*Eni: in Nigeria nessun illecito, collaboriamo con magistratura

Pagamento licenza OPL 245 unicamente verso il governo nigeriano (ASCA) - Roma, 11 set 2014 - Eni ribadisce "la sua estraneita' da qualsiasi condotta illecita" in relazione all'indagine preliminare avviata dalla Procura di Milano sull'acquisizione del blocco OPL 245 avvenuta nel 2011, in Nigeria. Eni sottolinea di "aver stipulato gli accordi per l'acquisizione del blocco unicamente con il governo nigeriano e la societa' Shell". "L'intero pagamento per il rilascio a Eni e Shell della relativa licenza - sottolinea il gruppo - e' stato eseguito unicamente al governo nigeriano. Eni prende atto che, da documenti notificati ieri alla societa' nell'ambito di un procedimento estero che dispone il sequestro di un conto bancario di una societa' terza su richiesta della Procura di Milano, risultano indagati presso la Procura di Milano l'amministratore delegato e il direttore operazioni e tecnologie". Eni sta prestando "la massima collaborazione alla magistratura e confida che la correttezza del proprio operato emergera' nel corso delle indagini".

Red/Rbr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech