martedì 17 gennaio | 12:44
pubblicato il 08/lug/2013 14:26

Eni: con Rosneft avvia attivita' rilevamento sismico nel Mare di Barents

(ASCA) - Roma, 8 lug - Eni e Rosneft hanno avviato l'attivita' di rilevamento sismico 2D su una superficie di 9.950 chilometri quadrati relativa alle licenze di Fedynsky e Central Barents, situate nell'offshore russo del Mare di Barents. I rilievi sismici, spiega una nota, sono realizzati nel rispetto dei requisiti ambientali richiesti dalla legislazione russa e dei contratti di licenza e accompagnati da attenti studi sull'ambiente e sull'industria ittica.

Durante i rilievi sara' attuato un programma di monitoraggio ambientale. I dati dei rilievi saranno raccolti con metodi geofisici grazie a una nave specializzata in indagini sismiche.

Eni e Rosneft hanno costituito delle societa' miste per operare ciascuno dei progetti nelle licenze nell'offshore russo, nelle quali Rosneft detiene il 66,67% ed Eni il 33,33%.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Fca
Fca, Delrio: richieste Germania? A Italia non si danno ordini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Parigi, la protesta dei motociclisti "vintage" francesi
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ciberfisica, al via sviluppo tecnologie per affidabilità sistemi
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate