giovedì 08 dicembre | 05:36
pubblicato il 26/feb/2014 15:08

Energia: paesi extra Ue superano Europa su fotovoltaico

Energia: paesi extra Ue superano Europa su fotovoltaico

(ASCA) - Milano, 26 feb 2014 - Nel 2013 i Paesi extra Ue sorpassano l'Europa, che perde cosi' la leadership nel mercato del settore fotovoltaico: una dinamica frutto non tanto di una contrazione del mercato europeo quanto dall'esplosione del mercato internazionale, che ha fatto registrare una crescita del 128% tra il 2011 e il 2012. La Cina, secondo i dati contenuti nel ''Solar Energy Report 2013'' - studio dell'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano che ogni anno analizza le dinamiche della filiera del settore fotovoltaico - dovrebbe essere il primo mercato globale del settore del fotovoltaico a livello di nuova capacita' installata, stimata per il 2013 in circa 8,6 GW. A seguire figurano il Giappone con 6,3 GW e gli Stati Uniti con circa 4,2 GW, grazie al rinnovo del programma di incentivi e all'annunciata realizzazione di nuovi impianti di grande taglia. Secondo i dati che emergono dall'Osservatorio per le energie rinnovabili realizzato dalla Fondazione Silvio Tronchetti Provera in collaborazione con la Regione Lombardia, la capacita' installata a livello globale nel 2013 dovrebbe chiudersi a circa 33,7 GW, in crescita del 10% rispetto al 2012. L'Europa continua a ricoprire un ruolo di peso nel mercato fotovoltaico ma conta solo per il 30% delle nuove installazioni. La Germania resta leader in Europa con un nuovo installato di 3,8 GW nonostante un'effettiva contrazione del mercato, mentre l'Italia, dopo essersi confermata nel corso del 2012 al terzo posto del mercato su scala globale, si attesta nel 2013 su una capacita' installata di circa 1,26 GW. Il volume d'affari generato in Italia dal settore fotovoltaico nel 2012 si e' intanto piu' che dimezzato a circa 6,2 miliardi di euro, per l'effetto congiunto della riduzione dei prezzi e della contrazione del mercato. Nel dettaglio, sui 6,2 miliardi di giro d'affari, il 33% e' rappresentato dal mercato dei grandi impianti, il 32% dal residenziale, il 29% da quello industriale e solo il 6% dal mercato delle centrali solari. Le stime per il 2013 prefigurano uno scenario per il mercato italiano caratterizzato da una ulteriore contrazione nel volume d'affari complessivo superiore al 50%. Nel 2013 si mostrano in crescita i mercati dell'Est Europa, che gia' nel 2012 avevano fatto importanti progressi sulla scia dei meccanismi di incentivazione governativi.

''I dati dell'Osservatorio dimostrano che l'Europa e con essa l'Italia stanno perdendo competitivita'. La perdita di mercato del fotovoltaico italiano - commenta Marco Tronchetti Provera, presidente della Fondazione Silvio Tronchetti Provera - impone al Paese di rispondere tempestivamente attraverso investimenti in nuove tecnologie per trovare soluzioni sempre piu' efficienti e competitive e capaci di ridurre i costi. Per sviluppare un settore strategico come quello delle energie rinnovabili e' necessaria pertanto un'azione congiunta da parte di tutti, imprese, istituzioni e comunita' scientifica, in grado di ridare slancio alla nostra economia tutelando contemporaneamente l'ambiente''.

fcz/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni