venerdì 09 dicembre | 07:04
pubblicato il 20/lug/2013 12:00

Energia/ Cgia: Piccole imprese italiane pagano 68% in più di Ue

"Ogni mille Kwh 55 euro di tasse, nessuno in Ue è più tartassato"

Energia/ Cgia: Piccole imprese italiane pagano 68% in più di Ue

Roma, 20 lug. (askanews) - Le piccole imprese italiane pagano l'energia elettrica il 68,2% in più della media europea. Lo afferma la Cgia di Mestre, secondo cui in Italia "il costo praticato è di 198,8 euro ogni mille kilowattora consumati. Solo Cipro ha una tariffa più elevata della nostra: 234,2 euro". Ogni mille kilowattora consumati, "una piccola impresa italiana paga 55 euro di tasse: nessuno in Europa è più tartassato di noi". Se invece si guarda all'incidenza percentuale delle tasse sul costo totale (27,7%), l'Italia è seconda e solo la Germania (32,3%) presenta un'incidenza superiore. Le piccole imprese italiane, aggiunge la Cgia, "pagano il 61% in più delle grandi imprese. Solo in Grecia (82,4%) c'è un differenziale più elevato". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni