martedì 17 gennaio | 14:03
pubblicato il 19/mar/2014 10:08

Energia: ceo grandi aziende tornano a chiedere nuova politica Ue

(ASCA) - Roma, 19 mar 2014 - Gli Amministratori delegati delle piu' grandi aziende energetiche che compongono il 'Magritte Group' tornano a chiedere misure immediate e drastiche per una nuova politica che salvaguardi il futuro energetico dell'Europa in vista del summit di domani tra i Capi di Stato e di Governo.

Nell'occasione, i ceo del Magritte Group ribadiranno la necessita' di ''prendere decisioni ambiziose, realistiche e tempestive, presentando a tal fine un elenco di raccomandazioni''.

Gia' nel maggio scorso, gli Amministratori Delegati avevano lanciato l'allarme sulla situazione in cui versa il mercato energetico europeo . I CEO hanno evidenziato che ''le attuali politiche energetiche delle istituzioni della UE e degli Stati membri minacciano la sicurezza degli approvvigionamenti, incrementano le emissioni di CO2 e disincentivano gli investimenti nel settore, contribuendo all'elevato livello delle bollette energetiche dei cittadini e dei clienti industrial''i. Il pacchetto 2030 della Commissione europea, che sara' discusso in occasione del Consiglio europeo, proseguono, ''rappresenta un passo nella giusta direzione. Tuttavia, e' fondamentale che i leader europei raggiungano un accordo sulla struttura di una nuova politica energetica per il periodo 2020-2030'' che passi per ''una politica energetica europea piu' omogenea, con un maggior livello d'interconnessione, una maggiore competitivita' e una maggiore stabilita' e visibilita' regolatoria al fine di fornire ai clienti l'accesso all'energia pulita e affidabile ad un prezzo competitivo''.

Per facilitare le decisioni su questi importanti temi , i CEO hanno presentato nove raccomandazioni dettagliate al vertice europeo, tra esse: soluzioni per rendere i prezzi europei dell'energia piu' competitivi , la necessita' di optare per un unico obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2, la riorganizzazione del sistema di trading delle emissioni , misure relative ai capacity mechanisms volte a garantire la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico, integrazione delle energie rinnovabili mature nel mercato dell'energia, riducendo progressivamente i sussidi e valorizzando la produzione di gas domestica.

In attesa del Consiglio europeo di domani, concludono i ceo del Magritte Group, ''chiediamo ai Capi di Stato e di Governo europei di prendere in considerazione queste proposte, nell'interesse della politica energetica e climatica europea nonche' della competitivita'''.

com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Fca
Fca, Berlino: richiamare Jeep Renegade, Fiat 500 e Doblò
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Fca
Fca, Delrio: richieste Germania? A Italia non si danno ordini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa