sabato 10 dicembre | 14:17
pubblicato il 21/mag/2014 13:33

Energia: Aicarr, con tariffa D1 sperimentale crescera' uso pompe calore

(ASCA) - Roma, 21 mag 2014 - ''Con l'introduzione, da parte dell'Autorita' per l'energia elettrica e il Gas, della nuova tariffa D1 in via di sperimentazione dal 1 luglio prossimo ci sara' un ulteriore motivo per diffondere l'uso delle pompe di calore nel nostro Paese. La pompa di calore permette di ottenere riscaldamento invernale, raffrescamento estivo e acqua calda sanitaria con un unico impianto, sfruttando fonti di energia rinnovabile come aria, acqua e suolo e consentendo un 50% circa di risparmio di energia primaria''. E' quanto si legge in una nota dell'AiCARR, l'Associazione italiana Condizionamento dell'Aria, Riscaldamento, Refrigerazione, nata nel 1960, che ha tra le sue funzioni quella di creare un uso consapevole dell'energia e delle risorse naturali e per l'innovazione delle infrastrutture energetiche. ''Fino ad oggi, nonostante i vantaggi in termini energetico-ambientali e la possibilita' di fruire delle agevolazioni fiscali introdotte ormai da parecchi anni, la pompa di calore non ha ancora conosciuto in Italia la diffusione che ha raggiunto da tempo nei Paesi del Nord Europa. Uno dei maggiori limiti all'applicazione nel nostro Paese - prosegue la nota - e' stato finora rappresentato dal regime delle tariffe elettriche, che di fatto penalizzava l'utente che intendesse sostituire il proprio impianto di climatizzazione invernale tradizionale con un impianto a pompa di calore''. ''Il problema, gia' sollevato lo scorso anno da AiCARR, Associazione italiana Condizionamento dell'Aria, Riscaldamento, Refrigerazione nel suo documento ''Posizione di AiCARR sul regime tariffario per le pompe di calore elettriche'', e' in via di risoluzione con la nuova tariffa sperimentale D1 che, a partire dal 1 luglio prossimo, verra' introdotta per gli utenti domestici che utilizzano la pompa di calore elettrica, come unico sistema di riscaldamento.

La tariffa D1, infatti, elimina a livello sperimentale l'andamento progressivo di applicazione dei corrispettivi per i servizi di rete e per gli oneri generali di sistema, che, per gli utenti del residenziale, non cresceranno in base all'incremento dei consumi, come invece avviene attualmente per le tariffe D2 e D3 che svantaggiano i consumatori caratterizzati da un elevato fabbisogno energetico.

AiCARR e' stata particolarmente attiva sul tema della nuova tariffa, tra l'altro, l'Associazione e' stata recentemente convocata dall'Autorita' per un incontro che ha consentito di delineare una fattiva collaborazione per l'approfondimento degli aspetti operativi relativi alla sperimentazione tariffaria. Il colloquio ha fatto seguito alle proposte inviate da AiCARR per la consultazione sul documento 52/2014/R/EEL, in cui l'Autorita' ha presentato orientamenti propedeutici all'adozione del provvedimento'', conclude il comunicato.

com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina