domenica 22 gennaio | 03:36
pubblicato il 10/gen/2014 13:38

Enel: in due anni elettricita' a 2,3 mln persone in piu' nel mondo

(ASCA) - Roma, 10 gen 2014 - Oltre 2,3 milioni di persone in piu' in tutto il mondo oggi hanno accesso all'energia elettrica grazie a Enel. Lo rende noto la stessa azienda in un comunicato, dove si legge che il programma di CSR 'Enabling Electricity', lanciato dall'Enel a fine 2011 come membro del Global Compact LEAD delle Nazioni Unite, prevedeva di ''raggiungere in due anni un milione di persone nel mondo.

Obiettivo piu' che raddoppiato''. ''Siamo consapevoli che per continuare a essere leader nel mercato globale dell'energia dobbiamo essere capaci di integrare sempre meglio la sostenibilita' nel nostro modello di business - commenta Fulvio Conti, a.d. e d.g. di Enel -.

La crescita e lo sviluppo economico di una multinazionale come Enel sono legati alla capacita' non solo di produrre valore per gli azionisti e tutti gli stakeholder, ma anche di contribuire a rendere il mondo un posto migliore, affrontando le problematiche ambientali e sociali dei Paesi e delle comunita' nelle quali operiamo, coinvolgendo e motivando le persone che lavorano con noi e assicurando il rispetto della dignita' di ciascuno. Puntiamo al futuro, un futuro che vogliamo contribuire a realizzare''.

Oltre 1,3 miliardi di persone nel mondo ancora non hanno accesso all'elettricita'. Per questo motivo, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dedicato il periodo 2014-2024 alla lotta alla poverta' energetica, dichiarandolo il 'Decennio Internazionale dell'Energia Sostenibile per Tutti'.

A questo proposito, 'Enabling Electricity'' sta realizzando piu' di 20 progetti in 12 paesi, basati su innovativi modelli di business, rivolti sia alle persone che vivono in zone rurali isolate sia a coloro che abitano in aree periferiche dei grandi agglomerati urbani e riguarda vari ambiti dell'accesso all'elettricita': dai progetti che garantiscono accessibilita' tecnologica e infrastrutturale a quelli che abbattono le barriere economiche nelle aree a basso reddito, passando per iniziative di sviluppo e condivisione di conoscenza e competenze professionali nel settore energetico. com-drc/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4