lunedì 27 febbraio | 01:20
pubblicato il 11/giu/2014 13:15

Enel: Corte conti promuove gestione 2012, bene calo compensi top manager

Enel: Corte conti promuove gestione 2012, bene calo compensi top manager

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - La relazione poi mette in rilievo che che sono leggermente diminuiti i compensi percepiti dall'amministratore delegato/direttore generale (-6,89%) e, nel complesso, dai Top Manager (-4,19%); e' invece lievemente aumentato il compenso complessivamente percepito dai Consiglieri di Amministrazione non esecutivi (+6,97%). Il costo delle consulenze assegnate nel 2012 - con esclusione di quelle affidate dalle societa' del Gruppo al di fuori del perimetro Italia e delle consulenze infra-gruppo - ammonta a 40,2 milioni di euro, con un consistente incremento (+41%) rispetto all'esercizio 2011 che si registra, tuttavia, dopo un biennio di significativi decrementi (-57% nel 2011 rispetto al 2010, e -45,5%, nel 2010 rispetto al 2009).

L'indebitamento finanziario netto si e' attestato alla fine dell'esercizio a 42.948 milioni di euro, con un discreto miglioramento (-3,76%) rispetto all'esercizio precedente. Nel giudizio sulla gestione 2012, la magistratura contabile ha ''preso positivo atto della deliberazione con cui il cda - conformandosi alle raccomandazioni formulate negli esercizi precedenti in considerazione della contingente situazione di difficolta' del contesto economico, nonche' all'analogo auspicio espresso dal socio pubblico di maggioranza - ha previsto di operare, nell'anno 2013 e con il consenso degli interessati, una sensibile diminuzione della retribuzione variabile di breve termine dell'amministratore delegato, del presidente del consiglio di amministrazione e dell'intero management. L'analisi inoltre ha evidenziato ''la fiducia riposta dai risparmiatori nella solidita' della societa' e il mantenimento di un'elevata affidabilita' creditizia nei confronti del sistema bancario''.

La Corte dei conti ribadisce poi la la raccomandazione di limitare il ricorso alle prestazioni di professionisti esterni ai casi in cui vi sia una reale esigenza che trascenda le possibilita' operative della struttura societaria, in osservanza del generale principio della corretta gestione delle risorse disponibili, secondo criteri di efficienza, efficacia ed economicita' . Infine la magistratura contabile sollecita Enel a un'incisiva azione ai fini di una quanto piu' celere riduzione dell'i ndebitamento, rimanendo il suo livello, nonostante l'ulteriore riduzione del 7,20% registratasi alla fine del 2013 (39.862 milioni di euro) abbastanza elevato. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech