sabato 03 dicembre | 08:35
pubblicato il 27/mag/2014 17:12

Enav: firmato accordo con sindacati su contratto per ATM

(ASCA) - Roma, 27 mag 2014 - Assocontrol, in rappresentanza di Enav, Technosky e Sicta, e le organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT e UGL-T hanno sottoscritto la Parte Specifica del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Settore del Trasporto Aereo, relativa ai Servizi ATM (Air Traffic Management) diretti e complementari, con decorrenza 2014-2016.

L'accordo il primo ad essere sottoscritto nel settore del trasporto aereo - si legge in una nota -, rappresenta una tappa fondamentale verso la definizione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per l'intero sistema del trasporto aereo. Viene confermata l'efficacia del nuovo modello di relazioni industriali adottato dalle parti sociali che, sotto la supervisione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, hanno determinato le condizioni per un confronto fondato su una visione ''alta'' e di ''sistema'', in grado di fornire il necessario equilibrio del comparto e di garantire il mantenimento e lo sviluppo dell'occupazione.

red-glr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari