venerdì 20 gennaio | 13:23
pubblicato il 21/feb/2014 19:27

Electrolux: Zaia, Renzi convochi subito il tavolo

(ASCA) - Treviso, 21 feb 2014 - ''Ho gia' chiesto al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, di convocare la prossima settimana il tavolo sull'Electrolux. La sua assicurazione e' stata immediata''. Lo ha riferito questa sera il governatore del Veneto, Luca Zaia, incontrando i giornalisti all'ospedale di Treviso. Il presidente della regione si e' raccomandato che il tavolo si tenga ''gia' la prossima settimana, perche' dobbiamo cogliere immediatamente le opportunita' che le parti in causa stanno dimostrando''.

Zaia ha fatto sapere di aver ricevuto ieri a Venezia, nel suo ufficio di palazzo Balbi, i massimi dirigenti di Electrolux Italia, l'ad Enrico Ferrario ed il direttore generale Marco Mondini. E di aver ricevuto da loro la massima disponibilita' a trovare un'intesa con il sindacato e le stesse istituzioni.

''Si e' trattato di un incontro non solo positivo, ma molto costruttivo. Ho avuto la conferma che la multinazionale del freddo non chiudera' Porcia, anche se necessariamente ci sara' un ridimensionamento ai fini di una maggiore competitivita' di quel sito, e che investira' sullo stabilimento di Susegana garantendo per i prossimi 4 anni la produzione di almeno 800 mila frigo e potenziando in particolare il centro logistico ed i laboratori di ricerca''.

Zaia ha quindi riconosciuto che ''c'e' molta responsabilita' anche da parte dei lavoratori e delle loro rappresentanze sindacali'' e sottolineando che presso i presidi alle fabbriche non c'e' piu' la tensione dei primi giorni, ha insistito perche' ''sia colto da tutte le parti in causa questo clima di maggiore serenita' per concludere positivamente la vertenza''. Ferrario e Mondini mi hanno dimostrato, impegni alla mano (160 milioni d'investimento) - ha proseguito Zaia - che Electrolux non intende affatto abbandonare l'Italia, ma semmai qualificarsi ulteriormente nel settore degli elettrodomestici. ''E da questo punto di vista - ha continuato Zaia -, quando ho incontrato il presidente incaricato Renzi, gli ho sollevato il tema che bisogna essere molto piu' efficienti ed operativi sui contenziosi collettivi, come questo, perche' hanno bisogno di rapidita', sono come un'emorragia: se la si risolve sul nascere si evita di fare tutte le trafile con le trasfusioni e la terapia intensiva''. ''Electrolux resta la priorita', non perche' ci siano lavoratori di serie A e di serie B, ma perche' e' un totem dei contenziosi collettivi'', ha poi sottolineato Zaia, ricordando che la Regione ''e' pronta a fare la sua parte, attraverso i fondi europei e specificatamente quelli per la ricerca''.

fdm/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale